ADHD negli adulti: sintomi

L'ADHD per adulti si manifesta con 5 categorie di sintomi: deficit di attenzione, impulsività, iperattività, disturbi della funzione esecutiva e difficoltà di gestione emotiva. Ecco la descrizione di questi diversi sintomi:

Il deficit di controllo dell'attenzione

Non si tratta di una mancanza di attenzione, ma piuttosto di una difficoltà a controllare la sua attenzione in modo fluido e adattato all'ambiente.

Vi sono diversi tipi di attenzioni: l'attenzione selettiva (ad esempio, l'ascolto dell'insegnante, nonostante la confusione in giro), l'attenzione prolungata (ad esempio quando si guida un'auto) e l'attenzione condivisa (quando c'è un doppio compito). Normalmente, un individuo è in grado di passare da un tipo di attenzione a un altro senza difficoltà. In AD / H questa fluidità non è presente.

La persona interessata tende ad essere agli estremi del processo di attenzione, tra iperfocalizzazione (concentrazione molto sostenuta per diverse ore) e réverie (attenzione molto facilmente distratta), con difficoltà nell'adattare l'attenzione agli stimoli. dell'ambiente Di conseguenza, l'adulto ADHD soffre di una cattiva memoria di lavoro (legata alla mancanza di concentrazione), difficoltà professionali / accademiche, messa in pericolo (per esempio sulla strada), goffaggine, ecc. .

Per sapere: questo deficit del controllo attenzionale è fluttuante in base all'ora del giorno, allo stato di stress o affaticamento, alla presenza di una o più persone, ecc. Una buona forma fisica, la motivazione e una minore stimolazione ambientale possono attenuare efficacemente queste difficoltà!

impulsività

L'impulsività è la tendenza a reagire spontaneamente, senza pensare, a un determinato stimolo, che questo stimolo è interno (un'emozione, un pensiero, ecc.) O esterno (un conflitto, un vincolo, una tentazione, ecc.). Questa impulsività può essere espressa come comportamento (ad esempio, gridare al coniuge, tagliare qualcuno o mangiare una ciambella pur non essendo affamato) o pensieri (passando da argomento di riflessione ad un altro senza approfondimento, interpretando uno stimolo senza pensare, ecc.). Per quest'ultimo punto, parliamo di "impulsività cognitiva".

Le persone che soffrono di AD / HD hanno difficoltà a controllare, o almeno a ritardare, i loro impulsi. E così hanno la tendenza, una volta passato l'impulso momentaneo, a rimpiangere o criticare le loro azioni.

Vale a dire: questa impulsività è legata a una mancanza di inibizione, a sua volta spiegata da un disturbo del metabolismo della dopamina.

iperattività

L'iperattività non è costante negli adulti AD / HD, ma è comune. È importante distinguere 2 tipi di iperattività: I iperattività fisica e iperattività intellettuale.

L'iperattività fisica può risultare in un'attività sportiva intensa e in una agitazione motoria più localizzata (giocherellare con i capelli, calpestare, ecc.) Paragonabile ai tic motori.

L'iperattività intellettuale riguarda una difficoltà nel mettere il cervello in modalità "pausa". La persona AD / HD pensa quasi sempre, con poca tregua. Tranne quando è molto stanca o iper-concentrata su un'attività (ad esempio un videogioco)! Per alcuni specialisti, l'iperattività è una risposta all'eccessiva sonnolenza diurna. Per gli altri, rifletterebbero un'ansia.

Per sapere: alcuni adulti ADHD soffrono del contrario di ipoattività. Con la tendenza a trascinarsi a letto fino a tardi e difficoltà a iniziare qualsiasi attività, senza che vi sia associata una sindrome depressiva. Tuttavia, questa ipoattività è la controparte dell'iperattività, che è spesso nascosta (iperattività intellettuale, tic, ecc.), Episodica o presente durante l'infanzia.

Il disordine delle funzioni esecutive:

Le funzioni esecutive sono le abilità mentali che ci permettono di anticipare, pianificare, pianificare, organizzare e prendere decisioni. In sintesi, queste sono le funzioni che ci permettono di gestire la nostra vita quotidiana, su questioni di routine o meno. Il disturbo della funzione esecutiva è molto comune negli adulti con ADHD. A volte è uno dei sintomi residui che persistono dopo una AD / HD nel bambino. Si traduce in procrastinazione, dimenticanza (più o meno importante!), Ritardi imprevisti, fobia amministrativa, conflitti con il coniuge, ecc.

Vale a dire: alcune persone con AD / HD hanno imparato con l'età per compensare questo disturbo diventando assi dell'organizzazione, a volte persino arricciando l'ossessione. Quello che viene comunemente chiamato "maniaco del controllo"!

Le difficoltà di gestire le emozioni

La maggior parte dei malati di AD / HD ha difficoltà a gestire le proprie emozioni. Questo può assumere varie forme e opposti. Mentre alcuni controllano le loro emozioni rigidamente, altri si sottomettono alle loro fluttuazioni emotive. In entrambi i casi, c'è ipersensibilità (confermata dai ricercatori) che tutti hanno imparato a gestire secondo il suo temperamento. Una persona ipersensibile è in un certo senso una persona più permeabile all'ambiente, cioè alla stimolazione sensoriale e alle emozioni degli altri. È quindi più incline allo stress, ai sintomi psicosomatici e agli sbalzi d'umore.

Per sapere: questa ipersensibilità è facilmente rilevabile durante l'infanzia ma può passare inosservata nell'età adulta. In effetti, alcuni adulti compensano questa ipersensibilità da un rigido atteggiamento di protezione nei confronti delle loro emozioni (e quindi di quelle degli altri!).

Altri sintomi

Altri sintomi possono complicare le difficoltà sopra descritte. La mancanza di fiducia in se stessi è una delle prime conseguenze negative di AD / HD. Anzi, a forza di commettere errori di disattenzione, di dimenticare le cose, di essere ricatturati sul suo comportamento, di gestire la sua vita quotidiana, le persone AD / HD non si fidano più e diventano ansiose. L'ansia è una delle complicazioni comuni di AD / HD.

Altre condizioni psicologiche possono complicare questo disturbo:

  • dipendenza (gioco d'azzardo, shopping compulsivo, bulimia, ecc.),
  • fobia sociale,
  • ciclotimia,
  • depressione
  • disturbo alimentare,
  • tricotillomania,
  • dermatillomanie,
  • OCD
  • ansia generalizzata, ecc.
Buono a sapersi: l'ADHD è frequentemente associato alla sindrome di Asperger. Ciò è spiegato dalla comunanza di alcune cause e sintomi, condivisa da questi due disturbi.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nella nostra FORUM Psicologia o Uno psichiatra ti risponde !

Per leggere anche:

> Fobia: questa paura irrazionale
> Angoscia: imparo a gestirlo!
>

Dimmi, cos'è la dislessia? Articolo Precedente

Dimmi, cos'è la dislessia?

Sindrome di Rett: sintomi Articolo Precedente

Sindrome di Rett: sintomi

Messaggi Popolari