Testimonianza "Ho sofferto di leucemia": il consiglio del medico specialista

Publi-rilascio

Intervista con il professor Jean Michon, capo del dipartimento di oncologia pediatrica degli adolescenti e dei giovani adulti di Curie (Dopaja), presidente di RIFHOP, presidente della SFCE.

Quale consiglio dare ai genitori di un bambino malato di cancro? Ci sono cose da dire o da non dire?

Sfortunatamente, non esiste una ricetta universale da dare ai genitori di un bambino malato di cancro. Perché i genitori non hanno tutti le stesse reazioni alla diagnosi e al trattamento del cancro nel loro bambino. Queste reazioni variano molto a seconda della storia personale di ogni persona, della storia della sua famiglia, della gravità della malattia del bambino.

A volte i genitori di un bambino con cancro di basso grado, con ottime possibilità di guarigione, sono molto traumatizzati. Al contrario, ci sono persone che, pur affrontando malattie molto gravi, sviluppano un'enorme capacità di resilienza.

Tuttavia, se non possiamo dare una ricetta in particolare, è certo che la reazione dei genitori colpisce molto il bambino, che sarà influenzato dalla tempesta psicologica che attraverseranno.

Come deve essere riferita la malattia al bambino? Qual è il ruolo della comunicazione nella diagnosi del cancro?

Il bambino è seguito da un medico "di riferimento", e spetta al medico spiegare la malattia e non i genitori. Non saranno in grado di spiegare la situazione al loro bambino, anche se sono loro stessi scioccati dalla notizia: non saranno in grado di prendere la distanza necessaria per spiegargli il cancro che sta per affrontare nel suo corpo. Loro stessi possono avere una visione trasformata del loro bambino che non "riconoscono" più. Le informazioni dovrebbero nel migliore dei casi essere fornite da persone che hanno una formazione e che conoscono la malattia, il più possibile in presenza di personale medico e paramedico che si prenderà cura del bambino. Pertanto, alcuni punti delle informazioni possono essere ripresi facendo riferimento a ciò che è stato detto inizialmente.

Annunciare la diagnosi di cancro ai genitori di un bambino malato e al bambino stesso è sempre molto difficile, quindi è importante evitare che le notizie si trasformino in un disastro.

Questo viene fatto per gradi, il dottore va a vedere la famiglia più volte, lo accompagna nel percorso di accettazione della malattia, e poi durante il trattamento.

Vuoi reagire, condividere la tua esperienza o porre una domanda? Ci vediamo nel nostro FORUM Cancro o un medico ti risponde!

Testimonianza "Ho sofferto di leucemia": il consiglio del medico specialista Articolo Precedente

Testimonianza "Ho sofferto di leucemia": il consiglio del medico specialista

Testimonianza "Ho sofferto di leucemia": il consiglio del medico specialista Articolo Precedente

Testimonianza "Ho sofferto di leucemia": il consiglio del medico specialista

Messaggi Popolari