Radioterapia: limitazione degli effetti collaterali: effetti sulla pelle e sugli organi

> Irritazione della pelle

I raggi possono causare reazioni cutanee, come la radiodermite acuta. Queste radiodermiti di solito compaiono tra il quinto e il decimo giorno di radioterapia.

La pelle è irritata, può diventare rossa e sensibile come in caso di scottature, prurito, o anche desquamazione presente ed evolvere in fibrosi (indurimento della pelle).

Il radioterapista può quindi proporre un trattamento locale appropriato a seconda dell'importanza della reazione e della condizione della pelle per lenire il paziente. Ad esempio, l'olio di mandorle dolci quando le lesioni non sono molto importanti, o un dermato-corticoide per reazioni più intense.

Attenuazione: prendi la crema o lozione raccomandata dal radioterapista e non un prodotto di tua scelta.

> Radiodermite cronica

A differenza della radiodermite acuta, questa forma cronica si verifica circa sei mesi dopo la fine della radioterapia, più spesso nei pazienti che fumano. Possiamo anche vedere fenomeni di dilatazione vascolare (telangiectasia): piccoli vasi rossi e viola diventano visibili nell'area trattata.

Questa radiodermite può, in alcuni casi, evolvere in fibrosi. Ma questi effetti sono per lo più estetici. Gli unguenti ammorbidiscono leggermente la pelle, sebbene la radiodermite cronica sia solitamente difficile da trattare.

> Stanchezza

La diminuzione del tono non è sistematica. In caso di irradiazione molto localizzata, ad esempio nel seno da solo, non si deve temere alcuna fatica. Ma se l'irradiazione è estesa, dopo poche sedute, potresti sentirti esausto. Questa fatica scompare quando il trattamento viene interrotto. L'unica soluzione qui: adattare le tue attività e il tuo stile di vita durante le poche settimane di radioterapia.

Effetti in base all'area trattata

Altri possibili effetti collaterali variano a seconda dell'area trattata.

> Il bacino

Disturbi urinari, episodi di diarrea, dolore durante il sesso ... Non è ancora facile trovare soluzioni a questi problemi. Solo "aggiustamenti" al tuo stile di vita miglioreranno il tuo comfort. Ad esempio, per la diarrea, il radioterapista raccomanderà una dieta priva di fibre e prescriverà farmaci anti-diarrea.

> L'addome

Le regioni dello stomaco e dell'intestino possono essere influenzate dalle radiazioni. Di conseguenza, potresti soffrire di disturbi come vomito o nausea. Verranno prescritti farmaci anti-nausea. Ma è meglio evitare di mangiare poche ore prima e dopo la sessione di radioterapia.

> La bocca, il collo, il torace

La radioterapia può causare difficoltà a deglutire, deglutire, mancanza di saliva e perdita di appetito. Il medico può prescrivere appropriati collutori, saliva artificiale e trattamento sintomatico per problemi esofagei o gastrici.

Ma ancora una volta, il paziente può agire su base giornaliera evitando cibi acidi, alcol e tabacco (ovviamente!), E promuovendo il processo di salivazione con il chewing gum. La mancanza di saliva, una volta che la radioterapia è finita, tende a persistere ... a seconda dell'importanza delle ghiandole salivari distrutte dalle radiazioni. I pazienti avranno spesso con sé una bottiglia d'acqua, un chewing gum in bocca.

> La testa

I raggi possono causare una perdita temporanea di capelli se il tumore è benigno e la radioterapia mal dosata, o definitiva in caso di tumore cerebrale primario, trattato con dosi più elevate.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Ci vediamo nel nostro FORUM Cancro o un medico ti risponde!

Radioterapia: limitazione degli effetti collaterali: effetti sulla pelle e sugli organi Articolo Precedente

Radioterapia: limitazione degli effetti collaterali: effetti sulla pelle e sugli organi

Radioterapia: limitazione degli effetti collaterali: effetti sulla pelle e sugli organi Articolo Precedente

Radioterapia: limitazione degli effetti collaterali: effetti sulla pelle e sugli organi

Messaggi Popolari