PIPORTIL 10 mg

Classe terapeutica dei farmaci generici: neurologia-psichiatria
principi attivi: pipotiazina
laboratorio: Sanofi-Aventis Francia

Compressa rivestita con film
Scatola di 20
Tutte le forme

indicazione

· Stati psicotici acuti

· Stati psicotici cronici (schizofrenia, delusioni croniche non schizofreniche: delusioni paranoidi, psicosi allucinatorie croniche).

Dosaggio PIPORTIL 10 mg Compressa rivestita con film rompibile Scatola da 20

Riservato agli adulti

Il dosaggio minimo efficace sarà sempre cercato. Se le condizioni cliniche del paziente lo consentono, il trattamento verrà iniziato a basse dosi e poi gradualmente aumentato gradualmente.

Il dosaggio è da 5 a 20 mg / giorno.

In casi eccezionali, il dosaggio può essere aumentato fino a un massimo di 30 mg / giorno.

Contro indicazioni

Questo medicinale è CONTROINDICATO nei seguenti casi:

ipersensibilità alla pipotiazina o a uno qualsiasi degli altri componenti della compressa,

o rischio di glaucoma chiudendo l'angolo,

o rischio di ritenzione urinaria correlata a disturbi uretroprotatici,

o antecedenti di agranulocitosi,

o associazione con:

o Dopaminergici al di fuori del Parkinson (cabergolina, quinagolide),

o dronedarone,

o mequitazina (vedere la sezione Interazioni con altri medicinali e altre forme di interazione ).

o nei pazienti con allergia al grano (diversa dalla celiachia).

Effetti collaterali di Piportil

Da basse dosi

Disturbi neurovegetativi

o ipotensione ortostatica;

o effetti anticolinergici come secchezza della bocca, stitichezza o persino ileo paralitico (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso ), disturbi della sistemazione, rischio di ritenzione urinaria.

Disturbi neuropsichici

o sedazione o sonnolenza, più marcata all'inizio del trattamento;

o indifferenza, reazioni ansiose, variazione dello stato dell'umore.

A dosi più elevate

Disturbi neuropsichici

o prime discinesie (torcicollo spasmodico, crisi oculogiriche, trisma ...);

o discinesia tardiva, che si verifica durante le cure prolungate.

I farmaci anti-colinergici anti-colinergici non hanno azione o possono causare aggravamento.

Sindrome extrapiramidale:

acinetico con o senza ipertonia e parzialmente cedimento agli agenti anticolinergici antiparkinsoniani;

o iperkineto-ipertonico, eccito-motorio;

o akathisie.

Disturbi endocrini e metabolici

o iperprolattinemia: amenorrea, galattorrea, ginecomastia, impotenza, frigidità;

o aumento di peso;

o disregolazione termica;

o iperglicemia, diabete, ridotta tolleranza al glucosio (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni ).

Raramente e dose-dipendente

Problemi di cuore

o rischio di prolungamento dell'intervallo QT.

Più raramente e non dipendente dalla dose

Disturbi della pelle

o reazioni allergiche cutanee;

o fotosensibilizzazione.

Disturbi del sangue

o agranulocitosi eccezionale: si raccomandano controlli regolari del sangue ematico;

o leucopenia.

Disturbi oftalmologici

o depositi brunastri nel segmento anteriore dell'occhio, a causa dell'accumulo del prodotto, di solito senza ripercussioni sulla vista.

Altri disturbi osservati

o positività degli anticorpi antinucleari senza lupus eritematoso clinico;

o possibilità di ittero colestatico;

o Sindrome neurolettica maligna (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso ).

Inoltre, sono stati riportati casi isolati di morte cardiaca improvvisa e morte improvvisa inspiegabile in pazienti trattati con neurolettici antipsicotici con una struttura fenotiazinica, butirofenone o benzamide (vedere sezione Avvertenze e precauzioni d'impiego). ).

Casi di tromboembolismo venoso, inclusi casi di embolia polmonare e trombosi venosa profonda, sono stati segnalati con antipsicotici - frequenza sconosciuta (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni ).

Condizioni di gravidanza, puerperio e perinatale: sindrome da astinenza neonatale (vedere la sezione Gravidanza e allattamento ). - Frequenza indefinita.

Messaggi Popolari