PIPERACILLINA / TAZOBACTAM PANPH 2 g / 250 mg

Farmaco generico Tazocillin 2G / 0, 25G
Classe terapeutica: infettivologia - parassitologia
principi attivi: Piperacillina, Tazobactam
laboratorio: Panpharma

Polvere per soluzione per infusione endovenosa
Scatola da 10 flaconi da 2 g
Tutte le forme

indicazione

Derivano dall'attività antibatterica e dalle caratteristiche farmacocinetiche del prodotto.

Sono limitati alle infezioni dovute a germi riconosciuti come sensibili, specialmente nelle loro manifestazioni:

· Bassa respirazione,

· Urinaria esclusa prostatite,

· Intra-addominale e biliare,

· Cutaneo,

· Episodi febbrili in pazienti neutropenici.

Non esiste alcuna documentazione dell'efficacia della piperacillina / tazobactam per alcune infezioni, quali prostatite, meningite o osteoartrosi, che pone problemi specifici di diffusione dell'antibiotico e dell'inibitore.

Devono essere prese in considerazione raccomandazioni ufficiali sull'uso appropriato degli antibatterici.

Dosaggio PIPERACILLIN / TAZOBACTAM PANPH 2 g / 250 mg Polvere per soluzione per infusione IV Scatola di 10 flaconcini da 2 g

Via di somministrazione: infusione.

dosaggio

· Negli adulti, la dose abituale è di 4 g / 500 mg (piperacillina / tazobactam) ogni 8 ore, ovvero 12 g / 1, 5 g (piperacillina / tazobactam) al giorno. Il dosaggio dipende dalla gravità e dalla posizione dell'infezione, nonché dal peso del paziente; può essere aumentato a 4 g / 500 mg (piperacillina / tazobactam) ogni 6 ore o 16 g / 2 g (piperacillina / tazobactam) al giorno.

· Nei bambini di età superiore a 12 anni, il dosaggio è di 240 mg / 30 mg a 320 mg / 40 mg per kg al giorno di piperacillina e tazobactam, suddivisi in 3-4 infusioni.

In caso di insufficienza renale:

Liquidazione di creatinina ml / min

Dose giornaliera massima raccomandata

> 40

Nessuna regolazione

20-40

12 g (piperacillina) - 1, 5 g (tazobactam) diviso in 3 iniezioni (4 g / 500 mg x 8 h)

<20 e emodialisi

8 g (piperacillina) - 1 g (tazobactam) diviso in 2 iniezioni (4 g / 500 mg x 12 h)

Nel paziente in emodialisi, la dose giornaliera sarà di 8 g / 1 g, in due somministrazioni a distanza di 12 ore; dopo ogni seduta di emodialisi verrà effettuata una somministrazione aggiuntiva di 2 g / 250 mg.

Nei soggetti anziani con clearance della creatinina superiore a 40 ml / min, nessuna modifica della dose; se è inferiore a 40 ml / min, l'adattamento sarà lo stesso di quello per insufficienza renale.

Informazioni sulla somministrazione della combinazione di piperacillina / tazobactam e aminoglicosidi

A causa dell'inattivazione in vitro degli aminoglicosidi da parte dei beta-lattamici, la somministrazione della combinazione piperacillina / tazobactam e aminoglicosidi deve essere eseguita separatamente.

La combinazione piperacillina / tazobactam e aminoglicosidi devono essere ricostituiti e diluiti separatamente quando è indicato il trattamento concomitante con aminoglicosidi.

La somministrazione simultanea della combinazione piperacillina / tazobactam / aminoglicoside mediante infusione a Y può causare l'inattivazione dell'aminoglicoside mediante la combinazione piperacillina / tazobactam (vedere Incompatibilità).

Modalità di amministrazione

Ogni flaconcino di PIPERACILLIN / TAZOBACTAM PANPHARMA 2 g / 250 mg sarà ricostituito in 10 ml di acqua per preparazioni iniettabili o cloruro di sodio allo 0, 9%. La ricostituzione deve avvenire con agitazione costante non superiore a 10 minuti.

La soluzione così ricostituita sarà diluita in 50 o 100 ml di glucosio al 5% o in NaCl allo 0, 9%.

Tuttavia, è possibile la ricostituzione / diluizione diretta utilizzando un set di trasferimento in un sacchetto da 50 ml o 100 ml di glucosio al 5% o NaCl allo 0, 9%.

Sarà somministrato durante un'infusione di 30 minuti.

Contro indicazioni

Allergia al beta-lattamico (comprese penicilline e cefalosporine) o inibitori della beta-lattamasi.

Effetti collaterali Piperacillina / Tazobactam Panph

Sangue e sistema linfatico

Molto rari: anemia, anemia emolitica, test di Coombs diretto positivo, sanguinamento (compresa porpora, epistassi, aumento del tempo di sanguinamento), tempo prolungato di tromboplastina parziale, protrombina prolungata, eosinofilia, leucopenia, neutropenia, trombocitopenia, pancitopenia, agranulocitosi, trombocitosi.

Disturbi del sistema immunitario

Molto raro: ipersensibilità, reazioni anafilattoidi.

Metabolismo e disturbi nutrizionali

Molto raro: ipopotassiemia.

Disturbi neurologici

Raro: allucinazioni.

Patologie epatobiliari

Raro: aumento delle transaminasi, fosfatasi alcaline, gamma glutamil transferasi e bilirubina.

Disturbi vascolari

Ipotensione.

Disturbi gastrointestinali

Comune: diarrea, nausea, vomito,

Raro: stitichezza, stomatite, secchezza delle fauci.

Molto raro: colite pseudo-membranosa.

Patologie della pelle e sottocutanee

Comune: eruzione cutanea, eritema, molte reazioni cutanee di tipo allergico (3, 1% su 1200 pazienti), prurito, orticaria.

Raro: eritema multiforme, rash, rash maculopapulare, esantema, eczema,

Molto rari: sindrome di Stevens-Johnson, sindrome di Lyell, dermatite bollosa.

Disturbi del tessuto connettivo, osseo e muscoloscheletrico

Artralgia, debolezza muscolare, mialgia.

Disturbi renali e urinari

Non comune: aumento della creatinina sierica

Molto rari: nefrite interstiziale, insufficienza renale, aumento dell'uremia.

Disordini generali

Raro: febbre, astenia.

La piperacillina è stata associata ad un'aumentata incidenza di febbre e rash nei pazienti con FC.

La somministrazione di alte dosi di beta-lattamici, specialmente in pazienti con insufficienza renale, può portare a encefalopatie (disturbi della coscienza, movimenti anormali, convulsioni).

Messaggi Popolari