PHOSPHOSORB 660 mg

Farmaco generico della classe terapeutica: metabolismo e nutrizione
principi attivi: acetato di calcio (E263)
laboratorio: Fresenius MC Deutsch Gmbh

Compressa rivestita con film
Bottiglia di 200
Tutte le forme

indicazione

Iperfosfatemia in pazienti con insufficienza renale cronica sottoposti a dialisi.

Dosaggio PHOSPHOSORB 660 mg Compressa rivestita con film Flacone da 200

Il fosfosorb 660 mg deve essere sempre usato sotto stretto controllo medico (vedere Avvertenze e precauzioni ).

Negli adulti

La dose iniziale raccomandata è di due compresse (334 mg di calcio) tre volte al giorno. La dose deve essere gradualmente aumentata fino a raggiungere il livello di fosforo sierico desiderato, a condizione che non vi sia ipercalcemia. Per la maggior parte dei pazienti, sono necessarie da 3 a 4 compresse per ogni pasto.

Potrebbe essere necessario aumentare o diminuire la dose a seconda dell'assunzione di fosfato nella dieta o della sua eliminazione durante la dialisi.

Nei bambini e negli adolescenti (sotto i 18 anni)

Non ci sono dati sufficienti sugli effetti dell'acetato di calcio anidro in funzione dell'età in pediatria. Pertanto, Phosphosorb 660 mg non può essere raccomandato in questi pazienti.

Negli anziani

Un dosaggio normale è raccomandato per gli anziani.

Le compresse devono essere assunte solo durante i pasti per garantire un congelamento ottimale del fosfato. Le compresse devono essere preferibilmente deglutite intere. Quando un paziente ha difficoltà a deglutire la compressa a causa delle sue dimensioni, può essere tagliata lungo la linea di frattura in due metà che verranno inghiottite una dopo l'altra. In questo caso, le compresse devono essere divise in due poco prima dell'ingestione per evitare che sviluppino un sapore di acido acetico.

Se la dose viene dimenticata, la dose successiva deve essere assunta nei tempi normali (non assumere una dose supplementare per sostituire la dose dimenticata).

Contro indicazioni

· Ipofosfatemia.

· Ipercalcemia.

· Ipersensibilità all'acido di calcio anidro o uno qualsiasi degli eccipienti.

Phosphosorb effetti collaterali

Gli effetti collaterali sono elencati in ordine di frequenza come segue:

Molto comune: (> 1/10)

Frequenti: (> 1/100, <1/10)

Non comune: (> 1/1000, <1/100)

Raro: (> 1 / 10.000, <1/1 000)

Molto raro: (<1 / 10.000), sconosciuto (non può essere stimato sulla base dei dati disponibili)

Disturbi del metabolismo e della nutrizione:

frequentemente

· Ipercalcemia lieve

Una leggera ipercalcemia (Ca> 2, 6 mmol / l) può verificarsi in circa l'1% dei pazienti. Può essere asintomatico o può essere accompagnato da stitichezza, anoressia, nausea e vomito.

non comune

· Ipercalcemia più grave

L'ipercalcemia più grave (Ca> 3, 0 mmol / l) può verificarsi in circa lo 0, 1% dei pazienti e può essere associata a ritmo cardiaco, confusione, letargia, delirio, stupore, e coma in casi molto gravi. Si consiglia ai pazienti di consultare il proprio medico se presentano uno di questi sintomi.

Disturbi gastrointestinali:

frequentemente

· Nausea,

· Vomito,

· Sentirsi pieno,

· Eruttazione,

· Stitichezza,

· Diarrea

Segnalazione di sospette reazioni avverse

La segnalazione di sospette reazioni avverse dopo l'autorizzazione del farmaco è importante. Permette il monitoraggio continuo del rapporto rischio / beneficio del farmaco. Gli operatori sanitari dichiarano qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione: Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e prodotti sanitari (Ansm) e la rete dei centri regionali di farmacovigilanza - Sito web: www.ansm.sante.fr

Messaggi Popolari