Fobia della scuola: le cause

La fobia sociale può avere diverse cause.

Ansia da separazione
Quando Léa piange a colazione il lunedì mattina e si rifiuta di partecipare ad attività extrascolastiche, ci si chiede se questa giovane scolara non soffra di ansia da separazione.

L'ansia da separazione può essere presente fin dalla tenera età o apparire improvvisamente, anche nell'adolescenza, dopo un evento della vita (cambio di scuola, trasferimento, malattia, morte di una persona cara, ecc.). Il problema non è la scuola, è la separazione che è ingestibile dal bambino.

L'ansia da separazione è riconosciuta dall'angoscia che accompagna questi bambini e dai sintomi fisici che li accompagnano (mal di testa, mal di stomaco, vertigini, svenimenti, palpitazioni, ecc.), Appena prima o durante la separazione dai bambini. genitori (o con un'altra figura di attaccamento forte).

L'ansia, causata dalla separazione, a volte può essere invasiva al punto da sollevare ansie morbose nei confronti dei suoi parenti: paura di un incidente, una malattia ... in breve, il bambino o il L'adolescente si trova dominato dalla paura di perdere le persone a lui care, fino al punto di limitarsi a se stesso.

E se non esprime sempre le sue paure, il suo comportamento appare molto spesso come preoccupato, oscurato, persino troppo esemplare.
L'evoluzione dell'ansia da separazione è scarsamente conosciuta ma il disturbo scompare in circa due terzi dei casi.

Attacchi di panico e ansia generalizzata
Qui, tutte le situazioni di vita sono potenzialmente fonti di ansia, non solo separazione dai genitori.

> Nell'ansia generalizzata, il bambino (o l'adolescente) è quasi costantemente preoccupato della paura del fallimento, della paura del ridicolo, della paura di un incidente, ecc. È spesso teso, ha incubi e può sembrare irritabile e stanco.
Poiché la scuola è il luogo potenziale per questo tipo di situazione angosciante, può essere oggetto di un rifiuto della scuola. Questo disturbo appare in media intorno agli 8 anni.

> A differenza dell'ansia generalizzata, gli attacchi di panico sono brutali ma temporanei. Quando si verifica, l'ansia è intensa e più spesso associata a sintomi fisici come palpitazioni, sudorazione, tremori, ecc.
Più queste crisi si ripetono, più aumenta la paura di essere rinnovati. È un vero circolo vizioso. Andare a scuola (o al liceo) diventa una fonte di nuova preoccupazione: e se la crisi dovesse ripresentarsi?

Paura degli altri e altre fobie
Alcune fobie, come la fobia sociale, la paura del vomito o la paura del trasporto pubblico, possono essere la causa di un ansioso rifiuto della scuola.

> Nella fobia sociale, la situazione presa dal bambino può consistere semplicemente nel recarsi alla lavagna o parlare di fronte a persone non familiari. Questa è una fonte di grande angoscia ed è quindi evitata come può essere.

> Nell'agorafobia, il bambino ha paura degli spazi chiusi - autobus, aule scolastiche, ecc. - dalla quale sarebbe difficile fuggire. Questo tipo di fobia può essere associato ad attacchi di panico.

> Per quanto riguarda le fobie più specifiche, è un oggetto, un animale o una situazione particolare che è l'oggetto di una paura irrazionale. Alcuni di questi, come la paura dell'acqua o la paura di contrarre una malattia, possono essere aumentati nell'ambiente scolastico e quindi essere l'obiettivo principale della fobia scolastica.

OCD, rituali e ossessioni
Il disturbo ossessivo-compulsivo è definito come la combinazione di pensieri ossessivi, cioè invasivi e inappropriati, e comportamentali (rituali, ecc.) O compulsioni mentali (contando nella testa, ecc.).

Ad esempio, per alleviare l'idea angosciosa e irrazionale di sporcarsi le mani, Lola non può fare a meno di lavarli più e più volte. Lavarsi le mani diventa quindi salvavita ... finché l'ossessione non ritorna.

Nei bambini, il disturbo ossessivo compulsivo riguarda principalmente problemi di pulizia o disastri ("se cammino nell'oscurità delle strisce pedonali, mi capiterà una disgrazia"). In ogni caso, il fatto di non essere in grado di eseguire le compulsioni di risparmio può essere oggetto di una forte ansietà.
Diverse conseguenze del disturbo ossessivo compulsivo possono provocare una fobia scolastica: la paura di essere contaminati (nella mensa, o da un altro scolaro), la paura di sporcarsi, il tempo perso dalle compulsioni, la paura di non essere in grado di eseguirli (durante il corso per esempio), ecc.

Ansia da prestazione
La paura di non riuscire è una causa abbastanza comune della fobia scolastica.
Può essere secondario alle reali difficoltà di apprendimento (discalculia, dislessia, ecc.) Di cui il bambino può vergognarsi, a livello intellettuale precoce, causando una sensazione di spostamento del bambino rispetto ai suoi compagni o ad un eccesso perfezionismo in cui il bambino non sente "nessuno" se non riesce perfettamente alle cose.
Questa ansia da prestazione può essere isolata o esistere all'interno di un disturbo d'ansia generalizzato.

Disprassia: questo disordine insidioso che complica la vita dei bambini Articolo Precedente

Disprassia: questo disordine insidioso che complica la vita dei bambini

Miopia: fonti e note Articolo Precedente

Miopia: fonti e note

Messaggi Popolari