PEFLACINE 400 mg 400 mg / 5 ml

Farmaco generico della classe terapeutica: Infectiology - Parasitology
Ingredienti attivi: Pefloxacin
laboratorio: Sanofi-Aventis Francia

Soluzione per iniezione per infusione endovenosa
Scatola da 5 fiale da 5 ml
Tutte le forme

indicazione

PEFLACINE 400 mg soluzione per infusione endovenosa per infusione è indicato negli adulti per il trattamento delle seguenti infezioni (vedere sezioni Avvertenze e precauzioni e Proprietà farmacodinamiche ). Prestare particolare attenzione alle informazioni disponibili sulla resistenza batterica alla pefloxacina prima di iniziare il trattamento.

Devono essere prese in considerazione raccomandazioni ufficiali sull'uso appropriato degli antibatterici.

Nell'adulto

Infezioni gravi causate da bacilli gram-negativi e stafilococchi sensibili nelle loro manifestazioni:

o setticemica ed endocardica

o meningea,

o respiratorio,

o otorinolaringoiatria,

o urinario,

o il tratto genitale,

o addominale e epatobiliare,

o osteo-articolare,

o cutanea.

Durante il trattamento delle infezioni da Pseudomonas aeruginosa e Staphylococcus aureus, è stata descritta l'insorgenza di mutanti resistenti e potrebbe giustificare la combinazione di un altro antibiotico. Il monitoraggio microbiologico alla ricerca di tale resistenza dovrebbe essere considerato, in particolare in caso di sospetto fallimento.

Dosaggio PEFLACINE 400 mg 400 mg / 5 ml Soluzione per infusione endovenosa Confezione da 5 fiale da 5 ml

dosaggio

adulti

Nel soggetto con normali funzioni epatiche

800 mg al giorno in media in due infusioni giornaliere, una al mattino e una alla sera.
Per raggiungere livelli ematici efficaci più velocemente, è possibile indicare una dose di carico di 800 mg alla prima dose.

In pazienti con insufficienza epatica

Nei soggetti con grave insufficienza epatica o diminuzione del flusso ematico epatico, la dose giornaliera deve essere aggiustata diminuendo la velocità di somministrazione, ovvero 8 mg / kg infusi entro un'ora:

· 2 volte al giorno se non c'è ittero o ascite,

· Una volta al giorno in caso di ittero,

· Ogni 36 ore in caso di ascite,

· Ogni 2 giorni se c'è ascite e ittero.

(vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso ).

Negli anziani

In soggetti di età superiore a 65 anni: 400 mg al giorno in due infusioni da 200 mg, a distanza di 12 ore (vedere sezione Avvertenze e precauzioni ).

Popolazione pediatrica

La soluzione per infusione di PEFLACIN 400 mg IV è controindicata nei bambini e negli adolescenti fino alla fine del periodo di crescita (vedere paragrafo 4.3 ).

Modalità di amministrazione

Modo iniettabile

Questo farmaco deve essere somministrato come infusione endovenosa lenta (un'ora) dopo l'aggiunta della fiala da 400 mg in 125 ml o 250 ml di 5 g per 100 soluzione iniettabile di glucosio.

Contro indicazioni

Questo medicinale non dovrebbe mai essere usato:

· Nei bambini o negli adolescenti durante la crescita (a causa del rischio di gravi artropatie che interessano articolazioni elettivamente grandi),

· In pazienti con ipersensibilità a pefloxacina, altri chinoloni o a uno qualsiasi dei componenti di questo farmaco (vedere la sezione Composizione ),

· In pazienti con una storia di tendinopatia legata a chinoloni (vedere sezioni Avvertenze e precauzioni e reazioni avverse ),

· Nelle donne che allattano al seno (vedere la sezione Gravidanza e allattamento ).

Effetti collaterali Peflacin 400 MG

I dati sulla frequenza degli eventi avversi provengono da studi clinici (inclusa la letteratura). Gli effetti indesiderati più comuni della pefloxacina sono l'insonnia, la gastralgia, la nausea, il vomito, l'orticaria, l'artralgia e la mialgia. Gli effetti collaterali più gravi includono: pancitopenia, shock anafilattico, convulsioni, sindrome di Stevens-Johnson, sindrome di Lyell, aggravamento della miastenia grave, rotture tendinee e insufficienza renale acuta.

Classe di sistemi d'organo

frequente

(≥ 1/100 a

<1/10)

non comune

(≥ 1/1 000 a

<1/100)

raro

(≥ 1/10 000 a

<1/1 000)

Molto raro

(<1 / 10.000)

Non noto (non può essere stimato dai dati disponibili)

Patologie del sistema emolinfopoietico

eosinofilia

trombocitopenia

l'anemia,

leucopenia,

pancitopenia

Disturbi del sistema immunitario

angioedema

Shock anafilattico (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso )

Disturbi del sistema nervoso

insonnia

sensazioni

vertiginosa,

mal di testa

allucinazioni,

irritabilità

confusione,

Convulsioni (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso ),

disorientamento,

Ipertensione intracranica (in particolare nei soggetti giovani, dopo un trattamento prolungato con pefloxacina, l'evoluzione è favorevole nella maggior parte dei casi dopo l'interruzione del trattamento con pefloxacina e l'impostazione di un trattamento appropriato),

mioclono,

incubi,

parestesia

Neuropatie periferiche

sensibile o sensitivo (vedi sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso ),

Aggravamento della miastenia grave (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni d'impiego )

Disturbi gastrointestinali

Gastralgias,

nausea,

vomito

diarrea

Pseudo di colità

membranosa (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso )

Patologie epatobiliari

Aumento delle transaminasi,

fosfatasi alcaline,

Aumento della bilirubina nel sangue

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

orticaria

foto

sensibilità (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni per l'uso )

eritema,

pizzicore

Porpora vascolare,

eritema

polimorfo,

Sindrome di Stevens-Johnson,

Sindrome di Lyell

Disturbi muscoloscheletrici e del tessuto connettivo e disturbi ossei

artralgia,

mialgia

tendinite,

Rottura del tendine (possibilità di lenta guarigione o sequele per disturbi del tendine) (vedere paragrafi Controindicazioni e avvertenze e precauzioni per l'uso ),

Versamento congiunto

Disturbi renali e urinari

Insufficienza renale acuta

Messaggi Popolari