PEDIAVEN AP-HP NEW-2 Soluzione per infusione Scatola da 10 tasche bicomponenti da 250 ml

Farmaco generico della classe terapeutica: anestesia, rianimazione, analgesici
Ingredienti attivi: Aminoacido Scomparto 125ml: alanina, arginina, acido aspartico, acetilcisteina, acido glutammico (E620), glicina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, prolina, serina, taurina, treonina, triptofano, tirosina, Valin
laboratorio: supporto pubblico HP

Soluzione per iniezione per infusione endovenosa
Tutte le forme

indicazione

Supporto di base per la nutrizione parenterale di neonati pretermine o non pretermine quando la somministrazione orale o enterale è impossibile, insufficiente o controindicata. PEDIAVEN AP-HP NEW-NE 1 è particolarmente indicato per l'alimentazione delle prime 24-48 ore di vita del neonato, prematuro o meno.
PAN> Assunzione calorica di carboidrati, azoto (aminoacidi della serie L). Contributo in elettroliti e oligoelementi.

Dosaggio PEDIAVEN AP-HP NEW-2 Soluzione per infusione Scatola da 10 tasche bicomponenti da 250 ml

dosaggio


Il dosaggio è individuale e varia in base all'età, al peso, ai fabbisogni metabolici ed energetici, nonché alle condizioni cliniche e alle capacità metaboliche del paziente.
PAN>

Durante le prime 24 ore di vita, la prima prescrizione nutrizionale parenterale sarà effettuata il prima possibile e in modo continuo, in modo da ottenere:
- una presa d'acqua tra 60 e 80 mUkg / g,

un apporto glucidico di circa 6 mg / kg / min (cioè 0, 35 g / kg / ha 8 g / kg / die), tra 4 e 8 mg / kg / min (ovvero da 0, 25 a 0, 5 g / kg / ho 6-12 g / kg / giorno),

un apporto di aminoacidi di circa 1, 5 g / kg / giorno, con un minimo di 0, 9 g / kg / giorno.


Dopo le prime 24 ore di vita:

- L'assunzione di liquidi può essere aumentata da 20 ml / kg / giorno a un'assunzione compresa tra 160 e 180 ml / kg / giorno. L'aumento dell'assunzione di liquidi sarà adattato alle perdite renali e transdermiche.
- L'assunzione di carboidrati sarà aumentata da 0, 8 a 1, 3 mg / kg / min (ovvero 0, 05-0, 08 g / kg / ho 1-2 g / kg / die) a seconda della tolleranza dei carboidrati, con un consumo massimo di 13 mg / kg / min (ovvero 0, 75 g / kg / ha 18 g / kg / die). In caso di ciclizzazione della nutrizione parenterale, non verrà superata una portata oraria massima di 20 mg / kg / min (ovvero 1, 2 g / kg / h).

- L'assunzione di azoto sarà aumentata di conseguenza e adattata per raggiungere abbastanza velocemente 3, 5 g / kg / die di amminoacidi.
PAN>

Il dosaggio massimo di PEDIAVEN AP-HP NEW-NE 2 è limitato dai contributi dei minerali che lo compongono, in particolare dai contributi di calcio. Di conseguenza, l'assunzione massima di PEDIAVEN AP-HP NEW-NE 2 è 200 mg / kg / giorno (fornendo 60 mg / kg / die di calcio). Oltre questo dosaggio, è fortemente raccomandato il monitoraggio del calcio ionizzato.
PAN>

supplementazione


Questa soluzione nutritiva può essere integrata, nella condizione espressa di aver prima controllato la stabilità della miscela finale.
PAN>

In caso di nutrizione parenterale esclusiva, l'integrazione vitaminica è raccomandata sin dal primo utilizzo, cioè dalle prime ore di vita.
PAN>

Aggiunta di vitamine: è stata dimostrata stabilità per una miscela contenente 250 ml di PEDIAVEN AP-HP NEW-NE 2 con 10 ml di soluzione vitaminica avente la seguente composizione (nota: la miscela ottenuta è di colore giallo):
PAN>

Per 10 ml

Tiamina (B1)

2, 5 mg

Riboflavina (B2)

3, 6 mg

Nicotinamide (PP, B3)

40 mg

Ac. Pantotenico (B5)

15 mg

Piridossina (B6)

4 mg

Biotina (B8)

0, 06 mg

Acido folico (B9)

0, 4 mg

Cianocobalamina (B12)

0, 005 mg

Acido ascorbico (C)

100 mg


Dopo aver aggiunto vitamine, proteggi la tasca della luce.
Modalità di amministrazione


In perfusione per via endovenosa centrale o periferica.
L'amministrazione deve essere continua 24 ore.

Contro indicazioni

- Anomalia congenita del metabolismo degli aminoacidi,
- Ipersensibilità nota a un componente della soluzione.

Reazioni avverse Pediaven AP-HP New-NE 2

Potenziali effetti avversi possono verificarsi:

- iperglicemia se la portata oraria del glucosio perfuso supera le capacità di utilizzazione del glucosio del paziente (variabili in base all'età e alla situazione patologica);
- disturbo transitorio della valutazione epatica;

- disnatremia: iponatremia se l'assunzione di sodio non è sufficiente a compensare le perdite urinarie nei neonati prematuri; o ipernatriemia in caso di scarso adattamento del consumo di acqua;
- iperfenilalaninemia nei neonati prematuri in condizioni cliniche gravi;
- reazioni di ipersensibilità a determinati amminoacidi;

tromboflebiti, specialmente se la perfusione viene eseguita per via endovenosa periferica.


In caso di stravaso, sono state osservate reazioni locali come infiammazione o necrosi.
PAN>

In caso di assunzione eccessiva di aminoacidi, possono verificarsi acidosi metabolica e iperazotemia, specialmente in caso di insufficienza renale o respiratoria.
PAN>


L'aspetto di qualsiasi segno anomalo incontrollato (compresi brividi, sudorazione, febbre, difficoltà di respirazione) dovrebbe interrompere l'infusione. Si dovrebbe cercare la sepsi correlata al catetere.

Messaggi Popolari