PAROXETINA BGR 20 mg

Droga generica Deroxat
Classe terapeutica: neurologia-psichiatria
principi attivi: paroxetina
laboratorio: Glaxosmithkline

Compressa rivestita con film
Scatola di 14
Tutte le forme

indicazione

- Episodi depressivi maggiori (cioè caratterizzati).
- Prevenzione degli attacchi di panico con o senza agorafobia.
- Disturbi ossessivi compulsivi.
- Disturbo dell'ansia sociale caratterizzato da "fobie sociali" quando disturba in modo significativo le attività professionali o sociali.
- Ansia generalizzata, in evoluzione per almeno 6 mesi.

Dosaggio PAROXETINE BGR 20 mg Compressa rivestita con film rompibile Scatola da 14

- Episodi depressivi maggiori:
La dose iniziale raccomandata è 20 mg al giorno. A seconda della risposta terapeutica, valutata dopo 3 settimane di trattamento, questa dose può essere aumentata con incrementi di 10 mg fino a un massimo di 50 mg al giorno. Questi aumenti dovrebbero essere effettuati ad intervalli di almeno una settimana.
Durata del trattamento : il trattamento con antidepressivi è sintomatico. Il trattamento di un episodio è di diversi mesi (di solito circa 6 mesi) per prevenire il rischio di recidiva dell'episodio depressivo.
- Prevenzione degli attacchi di panico con o senza agorafobia:
Il dosaggio raccomandato è di 40 mg al giorno. Il trattamento deve essere iniziato con una dose bassa, 10 mg al giorno. La dose verrà aumentata in incrementi di 10 mg a settimana a seconda della risposta terapeutica, fino ad un massimo di 60 mg al giorno. Questi aumenti dovrebbero essere effettuati ad intervalli di almeno una settimana.
- Disturbi ossessivo-compulsivi:
Il dosaggio raccomandato è di 40 mg al giorno.
La dose iniziale raccomandata è 20 mg al giorno. A seconda della risposta terapeutica, il dosaggio può essere aumentato con incrementi da 10 mg a un massimo di 60 mg al giorno. Questi aumenti dovrebbero essere effettuati ad intervalli di almeno una settimana.
- Disturbo dell'ansia sociale caratterizzato da "fobie sociali" quando disturba in modo significativo le attività professionali o sociali:
La dose iniziale raccomandata è 20 mg al giorno. A seconda della risposta terapeutica, valutata dopo 2 settimane di trattamento, questa dose può essere aumentata con incrementi di 10 mg fino a un massimo di 50 mg al giorno. Questi aumenti dovrebbero essere effettuati ad intervalli di almeno una settimana.
Durata del trattamento : l'efficacia della paroxetina in questa indicazione è stata dimostrata in studi clinici controllati verso placebo per un periodo di 3 mesi.
L'efficacia a lungo termine non è stata dimostrata.
Il posto di questo trattamento rispetto alle terapie cognitivo-comportamentali (CBT) non è stato studiato.
La cura generale del paziente rimane un elemento fondamentale per il successo del trattamento.
- Ansia generalizzata
La dose iniziale raccomandata è 20 mg al giorno. A seconda della risposta terapeutica, valutata dopo 3 settimane di trattamento, questa dose può essere aumentata con incrementi di 10 mg fino a un massimo di 50 mg al giorno. Questi aumenti dovrebbero essere effettuati ad intervalli di almeno una settimana.
Durata del trattamento : l'efficacia della paroxetina nell'ansia generalizzata è stata dimostrata in studi clinici controllati verso placebo per un massimo di 8 mesi. Il trattamento dell'ansia generalizzata richiede generalmente una prescrizione continua di diversi mesi; è necessaria una regolare rivalutazione della diagnosi.
Per tutte le indicazioni :
- In caso di insufficienza epatica o renale:
Nei pazienti con insufficienza renale (clearance della creatinina <30 ml / min) e in pazienti con insufficienza epatica grave, può verificarsi un aumento delle concentrazioni plasmatiche di paroxetina. Si raccomanda pertanto di limitare l'uso delle dosi più basse all'intervallo terapeutico proposto.
- Nel soggetto anziano:
Non superare i 40 mg al giorno.
- Nei bambini e negli adolescenti:
L'efficacia della paroxetina non è stata dimostrata nei bambini e negli adolescenti al di sotto dei 18 anni di età.
Studi clinici controllati in depressione non hanno dimostrato l'efficacia della paroxetina in bambini e adolescenti con episodi depressivi maggiori (vedere paragrafo 4.8).
- Metodo di somministrazione:
Le compresse sono somministrate in un'unica dose giornaliera, al mattino durante la colazione. Devono essere inghiottiti piuttosto che masticati. La compressa frangibile consente di adattare il dosaggio all'intervallo terapeutico.
- Metodi per interrompere il trattamento:
L'interruzione di un trattamento prolungato dovrebbe essere effettuata gradualmente per diverse settimane.

Contro indicazioni

CONTRA-INDICARE:
Questo medicinale NON DEVE MAI essere prescritto nei seguenti casi:
- Ipersensibilità alla paroxetina.
- I bambini sotto i 15 anni.
- Associazione con MAOI non selettivi (vedi interazioni).
- Associazione con MAOI A (moclobemide, toloxatone). Tuttavia, in casi eccezionali, l'associazione può essere essenziale (vedere avvertenze e interazioni).
NON RACCOMANDATO:
Questo medicinale NON deve essere prescritto nei seguenti casi:
- Allattamento: sebbene paroxetina passi nel latte materno, il trattamento con paroxetina non è raccomandato durante l'allattamento.
- Sebbene non sia stata dimostrata una chiara interazione con l'alcol, il consumo è scoraggiato, come con qualsiasi farmaco psicotropico.

Effetti collaterali Paroxetine Bgr

Gli effetti indesiderati più comuni sono particolarmente noti durante la prima o anche le prime due settimane di trattamento. La maggior parte svanisce in seguito, insieme al miglioramento dell'episodio depressivo.
Sono stati trovati, come monoterapia o in combinazione con altri farmaci psicotropi, disturbi:
- digestivo : nausea, vomito, stitichezza, diarrea;
- neuropsichico : sonnolenza, astenia, insonnia, vertigini, tremori; raramente sviluppa o peggiora i sintomi extrapiramidali inclusa la discinesia orofacciale (solitamente con farmaci che inducono), la confusione (specialmente nei pazienti anziani), le convulsioni.
Molto raramente e in combinazione, sindrome da serotonina (vedi interazioni);
Epatica : sono stati segnalati casi molto rari di elevati enzimi epatici nonché epatite eccezionale, talvolta associata a ittero e / o insufficienza epatocellulare.
In caso di disfunzione epatica, è richiesta l'interruzione del trattamento;
- sono stati segnalati casi di iponatriemia, alcuni gravi. Questa iponatremia è reversibile con la sospensione del trattamento e può essere rivelata da una sindrome confusionale o anche da convulsioni. La maggior parte dei casi è stata descritta in pazienti anziani o in terapia con diuretici o farmaci ipovolemici.
Alcuni casi possono essere associati a una sindrome inappropriata della secrezione di ormone antidiuretico;
- disturbi della libido e dell'eiaculazione (che possono essere frequenti se la paroxetina è prescritta per il trattamento di un disturbo d'ansia sociale caratterizzato da "fobie sociali"), galattorrea e altri sintomi indicativi di iperprolattinemia e casi rari ritenzione urinaria;
- rari casi di eruzioni maculopapulari, orticaria, eccezionalmente angioedema;
- rari casi di lividi, emorragia ginecologica, emorragia gastrointestinale o altra emorragia mucocutanea;
- rari casi di aumento o diminuzione della pressione arteriosa regressiva quando il trattamento viene interrotto;
- vari : sudorazione, secchezza delle fauci. Sono stati segnalati alcuni disturbi visivi tra cui midriasi e molto più raramente aggravamenti di glaucoma acuto. Sono stati riportati guadagni di peso rari, a volte significativi.
Interruzione improvvisa del trattamento può causare sintomi come vertigini, disturbi sensoriali, disturbi del sonno, irrequietezza e ansia, astenia, disturbi digestivi e sudorazione entro una settimana. Questi segni possono persistere per 1 o 2 settimane.
Inoltre, alcuni effetti indesiderati sono legati alla natura stessa della malattia depressiva:
- rimozione dell'inibizione psicomotoria, con rischio di suicidio,
- inversione dell'umore con la comparsa di episodi maniacali,
- riattivazione del delirio in soggetti psicotici.
Negli studi clinici condotti su bambini e adolescenti, gli effetti avversi riportati sono identici a quelli osservati negli adulti. Tuttavia, le seguenti reazioni avverse sono state almeno due volte più frequenti nel gruppo paroxetina rispetto al placebo (e> 2% di frequenza): diminuzione dell'appetito, tremore, sudorazione, ipercinesia, ostilità, agitazione, labilità emotiva inclusi pianto, sbalzi d'umore, autoaggressività, pensieri suicidi e tentato suicidio. Questi ultimi due effetti sono stati osservati principalmente negli adolescenti affetti da episodi depressivi maggiori.
In studi che includevano un regime di graduale diminuzione del dosaggio, i sintomi due volte più frequenti nel gruppo paroxetina rispetto al placebo (e frequenza> = 2%) erano: nervosismo, vertigini, nausea, labilità emotiva (compreso pianto, fluttuazioni umore, autoaggressività, pensieri suicidi e tentato suicidio) e dolore addominale.

Messaggi Popolari