PARIET 20 mg

Farmaco generico della classe terapeutica: Gastro-Entero-Hepatology
principi attivi: Rabeprazole
laboratorio: Janssen Cilag

Compressa gastroresistente
Scatola di 14
Tutte le forme

indicazione

PARIET, è indicato nel trattamento:

· Ulcera duodenale progressiva,

· Ulcera gastrica evolutiva benigna,

· Esofagite erosiva o ulcerativa sintomatica da reflusso gastroesofageo,

· Mantenimento dell'esofagite da reflusso gastroesofageo,

· Reflusso gastro-esofageo da moderato a molto grave,

· L'eradicazione dell'Helicobacter pylori nella malattia da ulcera peptica, in combinazione con un'appropriata terapia antibiotica,

· Sindrome di Zollinger Ellison

Dosaggio PARIET 20 mg Compresse gastroresistenti Scatola da 14

Adulto - Anziani:

Ulcera duodenale evolutiva, ulcera gastrica evolutiva benigna:

La dose giornaliera raccomandata per il trattamento dell'ulcera duodenale attiva o dell'ulcera gastrica progressiva benigna è di 20 mg una volta al giorno al mattino.

La cicatrizzazione si ottiene nella maggior parte dei pazienti con ulcera duodenale progressiva entro 4 settimane dal trattamento. Tuttavia, in un piccolo numero di pazienti può essere necessario continuare il trattamento per ulteriori 4 settimane per la completa guarigione. La cicatrizzazione si ottiene nella maggior parte dei pazienti con ulcera gastrica progressiva benigna entro 6 settimane dal trattamento. Tuttavia, in un piccolo numero di pazienti, potrebbe essere necessario continuare il trattamento per ulteriori 6 settimane per la completa guarigione.

Esofagite erosiva o ulcerativa da reflusso gastroesofageo:

La dose giornaliera raccomandata per il trattamento dell'esofagite da reflusso gastroesofageo è di 20 mg una volta al giorno al mattino per 4-8 settimane.

Trattamento di mantenimento dell'esofagite da reflusso gastroesofageo:

Durante il trattamento a lungo termine, la dose di mantenimento è 20 o 10 mg una volta al giorno, al mattino, a seconda della risposta del paziente.

Trattamento sintomatico del reflusso gastro-esofageo da moderato a molto grave:

10 mg una volta al giorno, in pazienti senza esofagite. Se i sintomi persistono dopo 4 settimane, devono essere eseguiti ulteriori test.

Dopo la risoluzione dei sintomi, la recidiva sintomatica può essere controllata assumendo PARIET 10 mg una volta al giorno secondo necessità.

Eradicazione di Helicobacter pylori :

Una combinazione di farmaci è raccomandata per 7 giorni secondo il seguente schema di dosaggio.

20 mg di PARIET 2 volte al giorno con claritromicina 500 mg due volte al giorno e amoxicillina 1 g due volte al giorno.

Trattamento della sindrome di Zollinger-Ellison:

La dose iniziale raccomandata è di 60 mg di rabeprazolo una volta al giorno. Questo può essere aumentato a 120 mg al giorno a seconda delle esigenze del paziente.

Possono essere somministrate singole dosi giornaliere di 100 mg di rabeprazolo. Le dosi giornaliere di 120 mg possono essere suddivise in 2 dosi da 60 mg. Il trattamento deve essere continuato fino a quando clinicamente necessario.

Nelle indicazioni dove viene somministrato PARIET una volta al giorno, PARIET deve essere assunto al mattino prima di colazione. Sebbene né il tempo di assunzione né la dieta influenzino l'attività del rabeprazolo sodico, questo regime facilita l'aderenza.

I pazienti devono essere avvertiti che le compresse di PARIET non devono essere masticate o masticate, ma devono essere deglutite intere.

Insufficienza renale ed epatica:

Non è richiesto un aggiustamento del dosaggio in pazienti con insufficienza renale o epatica.

Vedere Avvertenze speciali e precauzioni per l'uso di PARIET in pazienti con grave insufficienza epatica.

bambino:

L'uso di PARIET non è raccomandato nei bambini a causa della mancanza di studi in questi pazienti.

Contro indicazioni

PARIET è controindicato in pazienti con nota ipersensibilità al rabeprazolo sodico o ad uno qualsiasi dei componenti di questo farmaco. PARIET è controindicato durante la gravidanza e l'allattamento.

Effetti collaterali di Pariet

Gli eventi avversi più comunemente riportati negli studi clinici con rabeprazolo sono stati mal di testa, diarrea, dolore addominale, astenia, flatulenza, eruzione cutanea e secchezza delle fauci.

La maggior parte degli eventi avversi riscontrati negli studi clinici era di intensità lieve o moderata e di tipo transitorio.

I seguenti eventi avversi sono stati riportati durante gli studi clinici e durante il follow-up post-marketing.

Le frequenze sono definite come segue: Frequente (> 1/100, 1 / 1.000, 1 / 10.000, <1 / 1.000), molto raro (<1 / 10.000).

Classi del sistema d'organo

frequente

non comune

pochi

Molto raro

sconosciuto

Infezioni e infestazioni

infezioni

Patologie del sistema emolinfopoietico

neutropenia

leucopenia

trombocitopenia

leucocitosi

Disturbi del sistema immunitario

Ipersensibilità 1, 2

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

anoressia

iponatriemia

Hypomagnesemia 4

Disturbi psichiatrici

insonnia

nervosismo

depressione

confusione

Disturbi del sistema nervoso

mal di testa

vertigini

sonnolenza

Disturbi dell'occhio

Disturbi della vista

Disturbi vascolari

Edema periferico

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

tosse

faringite

rinite

bronchite

sinusite

Disturbi gastrointestinali

diarrea

vomito

nausea

Dolore addominale

costipazione

meteorismo

dispepsia

Secchezza della bocca

eruttazione

gastrite

stomatite

disgeusia

Patologie epatobiliari

epatite

ittero

Encefalopatia epatica 3

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

eruzione

Eritema 2

pizzicore

sudore

Reazioni bollose 2

Eritema multiforme

Sindrome di Stevens Johnson

Sindrome di Lyell

Disturbi muscoloscheletrici e sistemici

Dolori non specifici /

Mal di schiena

mialgia

Crampi agli arti inferiori

artralgia

Frattura dell'anca, del polso o delle vertebre 4

Disturbi renali e urinari

Infezione urinaria

Nefrite interstiziale

Disturbi degli organi riproduttivi e del seno

ginecomastia

Patologie sistemiche e condizioni del sito di somministrazione

astenia

Sindrome simil-influenzale

Dolore al petto

brividi

piressia

indagini

Aumento degli enzimi epatici 3

Aumento di peso

1 incluso edema facciale, ipotensione e dispnea

2 L' eritema, le reazioni bollose e le reazioni di ipersensibilità si sono di solito risolte dopo l'interruzione del trattamento

3 Sono stati riportati rari casi di encefalopatia epatica in pazienti con cirrosi. Nei pazienti con grave disfunzione epatica, si consiglia ai prescrittori di esercitare una maggiore sorveglianza durante l'inizio della terapia con PARIET (vedere Avvertenze e precauzioni ).

4 Vedere Avvertenze speciali e precauzioni per l'uso ( Avvertenze e precauzioni per l'uso ).

Messaggi Popolari