Paranoia: trattamenti

La personalità paranoica

La personalità paranoica è composta da quattro tratti principali:

> Ipertrofia del sé: questa sopravvalutazione di se stessi è al centro della personalità paranoide. Porta megalomania, orgoglio, disprezzo per gli altri, vanità a volte nascosta dietro una falsa modestia superficiale.

> Psicigestione: il paranoico non è in grado di mettersi in discussione, di sottoporsi a una disciplina collettiva. Ha sempre ragione ed è autoritario. Questo disadattamento sociale spesso finisce per isolarsi e favorire l'apprendimento autodidatta.

> Sfiducia e sospetto: il paranoico pensa che gli altri stiano cercando di ingannarlo perché sono gelosi della sua superiorità. Si sente permanentemente circondato da persone invidiose e maligne. Di conseguenza, è sensibile e sempre in guardia.

> La falsità del giudizio: il paranoico segue la propria logica, che si basa su una serie di false interpretazioni ma di cui è assolutamente convinto. Cerca spesso di imporre le sue opinioni in modo tirannico e intollerante ai suoi parenti.

I trattamenti di paranoia

In caso di paranoia, l'evoluzione di queste delusioni è punteggiata da momenti paranoidi molto acuti in cui è da temere la possibilità di un passaggio all'atto contro l'altro. Ci sono anche fasi di collasso con depressioni che possono essere accompagnate da un'idea suicida.

L'isolamento sociale ed emotivo, più o meno importante, è spesso la conseguenza di queste interpretazioni deliranti.

Il trattamento di queste delusioni paranoidi è delicato. La difficoltà per lo psichiatra è di suscitare la fiducia del soggetto paranoico. Soprattutto perché di solito ci vuole tempo prima che il paziente accetti di consultarsi.

Tuttavia, quando quest'ultimo è aggressivo e diventa minaccioso per chi lo circonda, è indicato il ricovero forzato. Il semplice ricovero, su richiesta del paziente, dovrebbe essere favorito ma è più difficile da attuare.

Il trattamento della paranoia si basa sulla combinazione di farmaci (neurolettici) e un'azione psicoterapeutica. Lo psicoterapeuta deve essere vigile con il paziente. Il quadro di monitoraggio, definito in anticipo, deve essere rigorosamente rispettato, nelle regole di correttezza che devono essere. È probabile che qualsiasi errore provochi un'interpretazione delirante nel paranoico.

Il trattamento con antidepressivi e / o ansiolitici può anche essere associato se la paranoia è complicata da depressione o ansia.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nelle nostre FORUM Psicologia, Ansietà o Uno psichiatra ti risponde !

Per leggere anche:

> Vai a vedere uno psichiatra: come trovare il giusto?
> Superare fobie e disturbi d'ansia
> Angoscia: imparo a gestire

ipertiroidismo Articolo Precedente

ipertiroidismo

Unghia incarnata: i sintomi Articolo Precedente

Unghia incarnata: i sintomi

Messaggi Popolari