PARACETAMOL AHCL 1 g

Farmaco generico della classe terapeutica: analgesici
principi attivi: paracetamolo
laboratorio: Accord Healthcare Ltd

Compressa effervescente frizzante
Scatola di 2 film termosaldati da 4
Tutte le forme

indicazione

Solo per adulti e adolescenti: trattamento del dolore e della febbre da lieve a moderata.

Dosaggio PARACETAMOL AHCL 1 g Compressa effervescente breakable Scatola da 2 film termosaldati da 4

L'uso di questa presentazione è strettamente riservato agli adulti e agli adolescenti di peso superiore a 50 kg e di almeno 16 anni.

Le dosi dipendono dal peso corporeo e dall'età; essi vanno da una singola dose da 10 a 15 mg / kg di peso corporeo (= bw) e un massimo di 60 mg / kg di peso corporeo per la dose giornaliera totale.

Adulti e adolescenti il ​​cui peso corporeo è> 50 kg

Assumere una compressa (1000 mg) ogni 4-6 ore, fino ad un massimo di 3 compresse (3000 mg) ogni 24 ore.

Dose giornaliera massima:

· La dose massima giornaliera di paracetamolo non deve superare i 3000 mg,

· La dose singola massima è di 1000 mg (1 compressa effervescente).

PARACETAMOL AHCL 1000 mg compresse effervescenti deve essere somministrato per via orale. Posizionare la compressa in un bicchiere d'acqua immediatamente prima dell'uso e lasciare sciogliere completamente prima di inghiottire la soluzione risultante.

Frequenza di somministrazione

PARACETAMOL AHCL Le compresse effervescenti da 1000 mg non devono essere somministrate più frequentemente di ogni 6 ore e non devono essere somministrate più di 3 dosi in un periodo di 24 ore.

Insufficienza renale

In caso di insufficienza renale, la dose deve essere ridotta come segue:

Velocità di filtrazione glomerulare

dose

10 - 50 ml / min

500 mg ogni 6 ore

<10 ml / min

500 mg ogni 8 ore

Le compresse di PARACETAMOL AHCL 1000 mg non sono adatte per pazienti con insufficienza renale ed epatica che richiedono una dose ridotta. Forme di dosaggio più adatte sono disponibili in commercio.

Insufficienza epatica

Nei pazienti con insufficienza epatica o sindrome di Gilbert, la dose deve essere ridotta o l'intervallo deve essere prolungato.

La dose giornaliera efficace non deve superare i 60 mg / kg / die (fino ad un massimo di 2000 mg / die) nelle seguenti situazioni:

· Adulti di peso inferiore a 50 kg,

Insufficienza epatica da lieve a moderata, sindrome di Gilbert (ittero familiare non emolitico),

· Disidratazione,

· Sottoalimentazione cronica,

· Alcolismo cronico.

L'assunzione di paracetamolo con cibi e bevande non influisce sull'efficacia di questo medicinale.

Contro indicazioni

Ipersensibilità al paracetamolo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Effetti collaterali Paracetamolo Ahcl

La frequenza è descritta usando le seguenti convenzioni: molto comune (≥ 1/10); frequente (da ≥ 1/100 a <1/10); non comune (da ≥ 1/1000 a <1/100); raro (da ≥ 1/10 000 a <1/1000); molto raro (<1 / 10.000), non noto (non può essere stimato in base ai dati disponibili).

All'interno di ciascun gruppo di frequenza, gli effetti avversi dovrebbero essere presentati in ordine decrescente di gravità.

frequenza

sistema

sintomi

Raro (> 1/10 000 - <1/1000)

Patologie del sistema emolinfopoietico

Trombopatie, disturbi delle cellule staminali, agranulocitosi, leucopenia, trombocitopenia, anemia emolitica, pancitopenia

Disturbi del sistema immunitario

Allergie (eccetto angioedema).

Disturbi psichiatrici

Depressione senza altri sintomi (SAS), confusione mentale, allucinazioni.

Disturbi del sistema nervoso

Tremore SAS, mal di testa SAS.

Disturbi dell'occhio

Visione anormale

Condizioni cardiache

Edema.

Disturbi gastrointestinali

Emorragia SAS, dolore addominale SAS, diarrea SAS, nausea, vomito.

Patologie epatobiliari

Funzionalità epatica anormale, insufficienza epatica, necrosi epatica, ittero.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Prurito, eruzione cutanea, sudorazione, porpora, angioedema, orticaria.

Patologie sistemiche e condizioni del sito di somministrazione

Vertigini (ma non vertigini), malessere, piressia, sedazione, interazione farmacologica SAS.

Lesioni, avvelenamento e complicanze procedurali

Overdose e avvelenamento

Molto raro (<10 000)

Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche

broncospasmo

Patologie epatobiliari

epatotossicità

Patologie sistemiche e condizioni del sito di somministrazione

Reazione di ipersensibilità (che richiede l'interruzione del trattamento)

Disturbi del metabolismo e della nutrizione

ipoglicemia

Disturbi renali e urinari

Piuria sterile (urina nuvolosa) e effetti collaterali renali

Casi di nefrite interstiziale sono stati segnalati casualmente dopo un uso prolungato di alte dosi. Pochi casi di necrolisi epidermica, sindrome di Stevens Johnson, eritema multiforme, edema laringeo, shock anafilattico, anemia, insufficienza epatica ed epatite, compromissione renale (grave insufficienza renale, ematuria, anuria), effetti gastrointestinali e vertigini sono stati segnalati.

Messaggi Popolari