Mastosi: trattamenti

Quando i seni sono molto stretti e dolorosi prima delle mestruazioni, può essere proposto un trattamento con ormone progestinico: permette di combattere gli effetti degli estrogeni e di limitare l'estensione della mastosi, e allo stesso tempo di alleviare il dolore, i fenomeni premestruali collegate.

Questi trattamenti sono prescritti su 10, 15 o 20 giorni per ciclo. C'è anche un gel di progesterone da applicare al seno.

Il trattamento della mastosi non è sistematico, viene valutato caso per caso. D'altra parte, è importante monitorare i progressi della mastosi con esami clinici con un medico e anche con regolari esami radiologici.

È davvero importante essere seguiti da un punto di vista medico. Una diagnosi di mastosi è nota per aumentare il rischio di cancro al seno. E prima è il rilevamento, maggiori sono le possibilità di guarigione.

Va notato che le mammografie dei seni densi sono più difficili da leggere e interpretare, quindi può essere consigliabile scegliere un centro di radiologia mammografia specializzato.

L'ecografia è complementare, soprattutto per la rilevazione delle cisti.

Può l'auto-esame del seno e l'esame clinico da parte di un medico sostituire la mammografia?

No. Teoricamente facile, l'autoesame del seno può essere difficile per le donne con seno denso, molto ghiandolare e "granulare". Sarà sempre completato, almeno una volta all'anno, soprattutto dopo 40 anni, dall'esame del seno da parte di un medico. Ma anche praticato da un medico, l'esame clinico del seno non può sostituire la mammografia.

L'esame clinico e la mammografia non sono concorrenti ma complementari. L'esame clinico è difficile da trovare a meno di un centimetro o in profondità nella ghiandola mammaria.

La mammografia è oggi molto potente: consente di scoprire lesioni minuscole e maligne di pochi millimetri in una fase in cui le possibilità di cura sono massime.

Per leggere anche:

Mammografia: quali sono i rischi? (VIDEO)
Dolore pelvico cronico: cause di trattamento
Cattivo prima delle regole? Questa non è una fatalità!
Autoesame del seno: come funziona

Interruzione ormonale: trattamenti Articolo Precedente

Interruzione ormonale: trattamenti

Epatite A: le cause Articolo Precedente

Epatite A: le cause

Messaggi Popolari