Il bagno e la cura del bambino

Di fronte a questo piccolo essere, potresti essere ansioso al momento del bagno. Ma diventerà rapidamente un riflesso e un momento di scambio privilegiato con il tuo bambino. Bagno, viso, unghie, genitali, cordoncino e cambio ... Ecco alcuni consigli per trovare i gesti giusti in modo che la toilette del bambino vada bene.

Il bagno

Mattina o sera, si sceglie, la regola è di farlo prima del pasto in modo da non ostacolare la digestione. Essere consapevoli, tuttavia, che il bagno calma e promuove il sonno. Scegli anche un momento in cui sei calmo e disponibile. Infine, il bagno non dovrebbe superare i 10 minuti.

Guarda la temperatura del bagno (da 22 a 24 ° C), prepara tutto ciò che ti serve durante e dopo il bagno. Controllare sempre la temperatura dell'acqua (37 ° C).

Il primo passo del bagno si svolge sul fasciatoio, dove si pulisce il sedile e i genitali, quindi si insapona delicatamente il corpo del bambino con le mani (precedentemente lavate) o con un guanto. Dopo averlo sciacquato leggermente in modo che non sia troppo scivoloso, puoi mettere il bambino in acqua, le natiche prima, la mano sinistra sotto il collo e la mano destra sotto i glutei per i destrimani, il rovescio per il mancino. Risciacquare le parti che non sono immerse con la mano che supportava i glutei, l'altra ancora tenendo il collo e la testa o le spalle.

Arriva lo shampoo Bagnare i capelli con un guanto o con la mano, versare qualche goccia di shampoo, quindi risciacquare mentre si tiene il collo.

La toilette del bambino è finita, lascialo godersi l'acqua per qualche istante, poi tiralo fuori, tenendo il collo e le natiche. Resta da asciugare e vestirlo senza perdere tempo, in modo che non si raffreddi.

La pelle del bambino ha proprietà dermatologiche speciali, quindi non puoi usare alcun prodotto per il tuo bagno. Basta un semplice sapone di Marsiglia, ma succede che asciughi la pelle. Quindi scegliere un prodotto senza sapone con pH neutro (sapone surgras).

La faccia

Il lavaggio del viso viene effettuato ogni giorno, dopo il bagno. Se per le parti come le guance, la fronte e le ali del naso è sufficiente un impacco imbevuto d'acqua, alcune richiedono una cura speciale.

Puoi pulire gli occhi con una garza sterile impregnata di soluzione fisiologica, partendo dall'angolo interno dell'occhio verso l'esterno.

Per le orecchie, è vietato usare batuffoli di cotone per neonati in quanto possono respingere cerume e favorire la formazione di un tappo. Usa un piccolo cotone laminato a secco e non spingerlo troppo lontano. Da fare una o due volte a settimana.

Finché il bambino non può soffiare il naso da solo, è importante tenere pulite le sue narici. Per questo, basta introdurre delicatamente un cotone imbevuto di soluzione salina all'ingresso del naso.

Per vedere:

Orecchie, occhi, naso ... Come lavare la faccia di un bambino? Quali sono le cose giuste da fare? Da quale parte del viso iniziare? Questo video ti offre molte informazioni pratiche per lavare il viso del neonato.

unghie

A meno che le unghie non siano molto lunghe e il bambino possa graffiare, non è consigliabile tagliarle prima di un mese. Successivamente, utilizzerai le forbici per unghie a punta arrotondata o uno speciale tagliaunghie per unghie. Inoltre, assicurarsi di utilizzare utensili puliti (disinfettati con alcool 60 °) e riservati solo al bambino.
Posizione: porta il bambino sulle ginocchia, la schiena contro di te, per controllare meglio le azioni del tuo bambino. Infine, per tagliare le unghie, procedere con le dita tenendo sempre saldamente tra il pollice e l'indice il dito che si manicure.
Un altro consiglio: a nessun bambino piace tagliarsi le unghie. Inoltre, scegli un momento di calma o, se il tuo bambino è particolarmente refrattario, aspetta anche che il tuo bambino dorma per tagliarsi le unghie.

Per leggere anche:
> VIDEO SPECIALE: Cura del neonato
> Salviette per neonati: tossico?

Come educare il mio bambino disabile?  : I passi da fare Articolo Precedente

Come educare il mio bambino disabile? : I passi da fare

Violenza a scuola: il bambino violento Articolo Precedente

Violenza a scuola: il bambino violento

Messaggi Popolari