gravidanza

Epidurale: quando e come viene eseguita l'epidurale?

Per considerare il posizionamento dell'epidurale, è necessario che le contrazioni uterine siano regolari ed efficaci, cioè che facciano avanzare la dilatazione della cervice. L'ostetrica deve essere sicura che non sia un falso lavoro (contrazioni che non hanno effetto sulla cervice). In generale, l'epidurale è posto a circa 3 cm di dilatazione.

Il posizionamento del catetere epidurale è in genere piuttosto veloce, circa dieci minuti. È un gesto delicato che richiede concentrazione. L'ostetrica o il medico ostetrico saranno presenti per assistere l'anestesista e sostenere il paziente.
La futura madre è seduta sul bordo del letto con un dorso rotondo. È importante non spostare e avvisare la squadra se si verifica una contrazione in modo che l'anestesista fermi tutti i movimenti. In alcuni casi, l'epidurale può essere eseguito stando sdraiato su un fianco, ma non è la maggioranza. Per localizzare il punto di foratura l'anestesista palpa la schiena. La pelle è completamente disinfettata e quindi l'anestesista fa un'iniezione di anestesia locale, quasi indolore con un ago molto sottile.

Quindi, introdurrà un ago speciale per cercare lo spazio epidurale che è, in generale, secondo la corpulenza del paziente tra i 4 e gli 8 cm dopo la pelle. È in questo momento che è importante non fare un gesto improvviso. Una volta trovato lo spazio, l'anestesista rimuove l'ago e solo un catetere, ovvero un tubo di plastica molto sottile, rimarrà nello spazio epidurale. Il team lo aggiusterà correttamente nella parte posteriore, sarà rimosso dopo la consegna per consentire l'anestesia fino alla fine del lavoro. Il catetere è collegato alla siringa epidurale elettrica e possono essere necessari da 10 a 20 minuti per alleviare la donna perché l'anestetico locale deve impregnare diverse radici nervose.

La totale scomparsa delle sensazioni non è desiderabile né per il corso del lavoro, né per la consegna. La madre deve sentire l'impulso di spingere per essere efficace. Questo è il motivo per cui è possibile che nonostante l'APD, si sentano ancora contrazioni deboli o tocchi vaginali.

Una siringa automatica eroga regolarmente dosi di anestetico al catetere per mantenere il sollievo dal dolore. Se il dolore si ripresenta, dovrebbe essere segnalato all'ostetrica per regolare la quantità di prodotto.

Durante la consegna, una possibile episiotomia o punti sono gesti relativamente indolori in anestesia epidurale.

Se è necessario eseguire un taglio cesareo d' urgenza per qualsiasi motivo, spesso non è necessario eseguire l'anestesia generale (a meno che la condizione del paziente non lo richieda), l'anestesia epidurale è aumentata per essere adeguatamente dosato e la madre vede il suo bambino.
Il catetere epidurale verrà rimosso dall'ostetrica o dal medico dopo il parto e gli effetti si risolvono solitamente entro 2 o 3 ore dopo l'interruzione. Questo è il motivo per cui è importante non alzarsi da soli la prima volta per evitare il rischio di disagio o caduta, in relazione alla cattiva percezione delle gambe.

Messaggi Popolari

Categoria gravidanza, Articolo Successivo

L'alimentazione della donna incinta - gravidanza
gravidanza

L'alimentazione della donna incinta

Durante 9 mesi l'alimentazione della donna incinta assicura la crescita e il buon sviluppo del bambino . Non si tratta di mangiare per due, ma di mangiare anche due volte. La gravidanza è un'opportunità per riconnettersi con le buone abitudini alimentari. Le assunzioni dietetiche raccomandate variano a seconda del livello di attività fisica della donna incinta, ma vanno da circa 2.00
Per Saperne Di Più
La dichiarazione di gravidanza: rimborsi - gravidanza
gravidanza

La dichiarazione di gravidanza: rimborsi

La dichiarazione di gravidanza è essenziale per il rimborso delle spese mediche. L'assicurazione per la maternità paga il 100%, in base alla tariffa di sicurezza sociale: > le sette consultazioni prenatali e la consultazione postnatale obbligatoria, > alcuni esami durante l'intera gravidanza, > l'intervista e le sette sessioni di preparazione alla nascita, > le tasse per il parto, > spese ospedaliere e cliniche (fino a 12 giorni), > tutte le cure relative alla gravidanza dal primo giorno del sesto mese di gravidanza, > l'eventuale ospedalizzazione del neonat
Per Saperne Di Più