L'influenza A / H1N1

È stato nel marzo 2009 che abbiamo iniziato a parlare di influenza suina, conosciuta anche come influenza A o influenza H1N1. I primi casi sono stati rilevati in Messico. Da allora, le persone infettate con questo virus sono state identificate nella maggior parte dei paesi del mondo, l'OMS oggi parla di una pandemia. Questa è la prima volta che questo virus viene trasmesso negli esseri umani.

Perché parliamo anche di "influenza suina" sull'influenza A? Perché l'origine dell'agente infettivo - il virus - proviene dai maiali. L'influenza suina è una malattia respiratoria acuta del maiale, causata da uno o più virus dell'influenza A. I virus dell'influenza suina sono più spesso del sottotipo H1N1, ma altri sottotipi possono essere identificati (da esempio H1N2, H3N1, H3N2).

Quando i suini sono contaminati da diversi tipi di virus influenzali (umani, aviari, suini), questo promuove l'apparizione di un nuovo virus influenzale ibrido in grado di infettare gli esseri umani. Negli ultimi anni, casi umani erano già stati rilevati in Europa (ben prima del 2009). Ma questa è la prima volta che questo virus A / H1N1 viene trasmesso negli esseri umani e causa una tale contaminazione interumana.

Le cause


Le cause della contaminazione sono ben note. Nella maggior parte dei casi, l'influenza suina non è pericolosa per gli esseri umani, tranne quando appare un nuovo tipo di virus che può infettare l'uomo e causare sintomi più o meno gravi.

La trasmissione di questo virus A / H1N1 può verificarsi:
> Da un maiale all'altro.
> Dal maiale all'uomo: principalmente per via aerea. Mangiare carne di maiale non presenta alcun rischio perché la cottura distrugge i virus.
> Da uomo a uomo: la trasmissione avviene per contatto con le secrezioni contenenti particelle virali (tosse, postilioni, portatori di mano ...). Le vie di trasmissione sono respiratorie e il contagio si diffonde per inalazione del virus, specialmente nelle aree chiuse o quando le persone sono in stretto contatto. Oggi è la principale modalità di trasmissione di questo virus che è abbastanza contagiosa.

Nel marzo 2009, i casi di influenza A sono stati identificati in America (principalmente in Messico). Poi i casi sono diventati gradualmente noti in tutto il mondo. A causa della pandemia, nel giugno 2009, l'OMS ha alzato il livello di allerta al livello massimo (6). E a settembre 2009, il numero di persone colpite dall'influenza A era superiore a quello influenzato dall'influenza stagionale.

Sinusite cronica: sintomi Articolo Precedente

Sinusite cronica: sintomi

Ragade anale: sintomi Articolo Precedente

Ragade anale: sintomi

Messaggi Popolari