Dialisi: dialisi peritoneale

È un altro metodo di dialisi che purifica il sangue dai "rifiuti" che i reni non riescono più a eliminare a causa del loro fallimento (insufficienza renale).

In pratica, questo tipo di dialisi viene più spesso proposto per i pazienti con insufficienza renale, che devono iniziare a essere dializzati.

La dialisi peritoneale è un metodo più semplice per il paziente rispetto all'emodialisi, ed è fatta a casa. Questa tecnica utilizza il peritoneo come una membrana naturale per filtrare il sangue.

Il principio di questa dialisi consiste nell'iniettare nella cavità peritoneale dell'addome, da 1 a 3 litri di liquido dialitico (o dializzato), attraverso un piccolo catetere che passa attraverso la pelle ei muscoli dell'addome. Questo liquido, introdotto nell'addome, estrae dal sangue sostanze come urea, creatinina, potassio, ecc. Dopo 5 o 6 ore, una volta che contiene le sostanze rimosse dal sangue, questo liquido viene recuperato in una tasca.

Il liquido di dialisi viene introdotto e rimosso attraverso un catetere: un tubo flessibile (circa 10 cm all'esterno della pelle) sul lato della pancia, che rimane al suo posto. Il posizionamento di questo catetere richiede una piccola procedura chirurgica, quindi 2 settimane di guarigione.

Questa dialisi peritoneale può essere effettuata continuamente: introduzione e prelievo 3-4 volte in 24 ore di 2 litri di dialisato. Per il paziente, non vale la pena andare in ospedale o in un centro di dialisi. Tutto può essere fatto a casa o in un luogo sano con la massima igiene (stanza isolata, senza tiraggio): svuotare il liquido dializzato contenuto nel peritoneo e sostituire una nuova busta contenente il nuovo dializzato .

Vi è anche una dialisi peritoneale automatizzata che evita troppe manipolazioni da parte del paziente per rinnovare il fluido dializzato. La dialisi peritoneale automatizzata viene eseguita di notte. È un dispositivo specifico che si prende cura di esso. Durante il giorno, il paziente tiene il liquido del dializzato nell'addome, e la sera, a casa, il paziente si connette alla macchina per circa 8 ore, ogni notte, per rinnovare e purificare il liquido del dializzato.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nei nostri FORUM o un medico ti risponde!

Dialisi: dialisi peritoneale Articolo Precedente

Dialisi: dialisi peritoneale

Dialisi: fonti e note Articolo Precedente

Dialisi: fonti e note

Messaggi Popolari