ascolto attivo

Ascolto attivo

L'ascolto attivo è la forma ottimale di ascolto in cui l'interlocutore ascolta con gentilezza ciò che gli viene comunicato. Questo è il motivo per cui è anche chiamato ascolto benevolo. Uno dei precursori dell'ascolto attivo era lo psicologo Carl Rogers.

Cos'è l'ascolto attivo?

La persona che pratica l'ascolto attivo deve adattarsi all'altra persona. L'obiettivo è raggiungere una perfetta interazione tra la persona che fornisce l'informazione e la persona che lo riceve, senza giudizio, senza pregiudizi e con una prospettiva sufficiente per consentire a tutti di comprendere e agire limitando i freni alla comunicazione.

La persona che ascolta attivamente riconosce che c'è una persona con sentimenti, emozioni, a volte in conflitto, a volte violenta.

In pratica, si tratta di ascoltare senza interrompere, riformulare e confermare ciò che hai sentito. Ciò consente all'individuo che affrontiamo di avere l'impressione di essere ascoltato, ascoltato e soprattutto di provocare una reazione o un'azione precoce.

Chi può fare l'ascolto attivo?

Parliamo spesso di ascolto attivo nell'ambiente professionale, specialmente nella gestione. Ma non devi essere un laureato in psicologia per praticare l'ascolto attivo. Tutti possono metterlo in pratica nella loro vita professionale, ma anche nella vita personale o familiare, per farlo sulla propria scala e soprattutto adattarlo alla propria personalità, alle persone e alle situazioni.

Il successo dipende dal grado di coinvolgimento, affettività, empatia, temperamento di entrambe le parti e una serie di fattori che influenzano l'umore personale.

Tuttavia, non si tratta di ascoltare attivamente l'ascolto attivo ... La "fattibilità" di questo atto benevolo dipenderà soprattutto dal desiderio di applicarlo. Gli unici strumenti di ascolto attivo non sono sufficienti. Tutti devono diventare consapevoli della sua efficacia a breve, medio e lungo termine.

Per alcuni, è più facile praticare l'ascolto attivo nel loro ambiente professionale, mentre altri sono più disposti ad adottare un approccio personale: ascoltare attivamente i loro figli, il loro coniuge, la loro famiglia e i loro figli. famiglia, anche i suoi amici. Praticare l'ascolto attivo con le persone a cui tieni ti permette di capire meglio i suoi effetti e inquadrare la tua azione.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nella nostra FORUM Psicologia o Un medico ti risponde !

Per leggere anche:

> Linguaggio del corpo: il significato dei gesti
> Terapia comportamentale
> Osteopatia somatosomatica
> Consapevolezza: vivere in piena consapevolezza > Il proiettile e i suoi benefici per la nostra salute mentale

Autore: Ladane Azernour Bonnefoy
Consulente esperto: Bernard Canicio, consulente - coach

Messaggi Popolari

Categoria ascolto attivo, Articolo Successivo

Ascolto attivo - ascolto attivo
ascolto attivo

Ascolto attivo

L'ascolto attivo è la forma ottimale di ascolto in cui l'interlocutore ascolta con gentilezza ciò che gli viene comunicato. Questo è il motivo per cui è anche chiamato ascolto benevolo. Uno dei precursori dell'ascolto attivo era lo psicologo Carl Rogers. Cos'è l'ascolto attivo? La
Per Saperne Di Più