Cisti ovarica: gli esami

Gli esami aggiuntivi indicati in caso di cisti ovarica sono:

Un ultrasuono addominale-pelvico endovaginale (naturale) visualizzerà la cisti, ne specificherà la dimensione, la posizione, la forma, ne darà la consistenza (omogenea o eterogenea, liquida o solida), lo spessore della sua parete, e infine, per specificare l'esistenza di vegetazioni intra-cistiche; si osserverà anche l'ovaia controlaterale.

Un Doppler visualizzerà la vascolarizzazione della cisti e può supportare la diagnosi in una cisti funzionale o organica.

La RM (Magnetic Resonance Imaging) è un test di grande interesse per valutare lo stato di salute degli organi vicini: il peritoneo, le aree gangliari, l'utero, ecc.

Prendendo il sangue, il CA 125 viene dosato, ma non è molto affidabile per fare una diagnosi di cancro ovarico. Questo marker è particolarmente importante per seguire l'evoluzione di un possibile cancro ovarico.

  • Per scoprire: tutte le recensioni e analisi

trattamenti

Se la cisti ovarica è sospettata di malignità (cancro), il paziente sarà indirizzato a un centro di oncologia specializzato con squadre chirurgiche completamente addestrate nella gestione di questo tipo di cancro.

Se la cisti è organica, il trattamento sarà chirurgico.

L'eseresi di una cisti organica benigna è semplice. Sono quasi tutti rimossi dalla chirurgia laparoscopica.

La laparoscopia (sonde e strumenti fini introdotti attraverso piccole aperture attraverso l'addome) aiuta a guidare la diagnosi e rimuovere la cisti. Questa procedura può essere eseguita con una laparotomia (apertura più ampia dell'addome), se l'intervento lo richiede.

Il chirurgo non mancherà di informare il paziente del corso dell'intervento e di eventuali problemi che potrebbero verificarsi.

Da un lato, la benignità della cisti sarà confermata o invertita definitivamente solo dopo un esame di laboratorio (esame anatomopatologico) della cisti rimossa (dal campione operativo).

D'altra parte, una cisti grande può influenzare la funzione dell'ovaio:

  • nelle giovani donne, l'ovaia sarà rispettata il più possibile;
  • nelle donne in postmenopausa, il chirurgo può avere ovariectomia o anche annessectomia (es. rimozione dell'ovaio o delle ovaie e delle tube di Falloppio).

Una cisti organica dell'ovaia sarà operata con le stesse precauzioni come se fosse un cancro. Infatti, il cancro può passare inosservato su ultrasuoni o risonanza magnetica.

Vuoi condividere, condividere la tua esperienza o bisogno di consigli? Appuntamento nei nostri FORUM ginecologia, ovulazione, menopausa, .... o un medico ti risponde !
Nodulo della tiroide: la testimonianza di un paziente Articolo Precedente

Nodulo della tiroide: la testimonianza di un paziente

Pidocchi: le cause Articolo Precedente

Pidocchi: le cause

Messaggi Popolari