Igiene intima: preservare la flora vaginale

Continuazione dell'intervista della Dott.ssa Anne de Kervasdoué, ginecologa.

Quando parliamo di igiene personale, parliamo spesso di flora vaginale. Cos'è?

Dr. Anne de Kervasdoué : La flora vaginale e vulvare è l'ecosistema che deve essere protetto. Questa flora è tutta una serie di germi protettivi. E, quando tutto va bene, tutti questi batteri protettivi vivono in armonia. Infatti, dalla nascita di una bambina, la sua vagina è colonizzata da una benefica flora batterica. Al momento della pubertà, le secrezioni vaginali aumentano e la flora si trasforma per diventare quella di una donna.

Il batterio più importante è il bacillo di Döderlein, noto anche come Lactobacillus.

Perché questa flora vaginale è così importante?

Dr. AK : Questo bacillo di Döderlein ha la capacità di secernere alcune sostanze che proteggono dalle infezioni: perossido di idrogeno (H2O2) e acido lattico. In realtà, queste due sostanze prevengono la proliferazione di germi patogeni. Sono quelli che formano una sorta di barriera naturale alle infezioni. Sono anche quelli che mantengono il giusto livello di acidità nella vagina: un PH tra 3, 8 e 4, 5. Se per qualche motivo (ad esempio antibiotici), i bacilli di Döderlein vengono distrutti o diventano insufficienti, allora si sviluppano gli altri germi della vagina ed è lo squilibrio e l'infezione.

Per proteggere questo fragile ecosistema, una buona igiene personale è alla base della prevenzione.

Vuoi reagire, condividere la tua esperienza o porre una domanda? Visita il nostro FORUM ginecologia o un medico ti risponde!

Tutto su micosi genitale: il consiglio del ginecologo Articolo Precedente

Tutto su micosi genitale: il consiglio del ginecologo

Screening del cancro del colon: come vanno le cose? Articolo Precedente

Screening del cancro del colon: come vanno le cose?

Messaggi Popolari