malattie

Ernia: sintomi

L'ernia può essere sospettata in presenza di dolore localizzato, pesantezza, disagio, sintomi digestivi, gonfiore all'inguine, una borsa nell'uomo, un grande labbro nella donna.

In passato, può essere completamente asintomatico, cioè senza sintomi, ed essere scoperto durante una visita medica.

Altrimenti, sono le sue complicazioni a farla scoprire.

Il dottore cerca un gonfiore nel canale inguinale, l'orifizio crurale. Esamina il paziente stando in piedi e poi sdraiato, fa tossire il paziente per vedere se appare l'ernia (se è impulsivo tossire), osserva la sua retrazione spontanea (se è riducibile).

Per le ernie inguinali nell'uomo, quelle che causano il passaggio del peritoneo con o senza i visceri nelle borse, il medico deve fare una manipolazione: cerca di far passare un dito coperto dalla pelle scrotale nel canale inguinale, al fine di guarda la punta del dito, un gonfiore che sente quando il paziente tossisce.

Le ernie crurali sono di solito piccole e il medico può avere più problemi nell'identificarlo, guarda attentamente esaminando il paziente.

Attenzione alle complicazioni: le ernie possono davvero strangolare perché il sacco dell'ernia passa attraverso un rigido orifizio.

Strangolamento è la complicazione da temere in caso di ernia. In questo caso, il sacco erniario e il suo contenuto non possono ritornare alla loro posizione originale. Sono scarsamente vascolarizzati e soffrono di ischemia. Rapidamente, gli organi soffrono, e si verificano infiammazione ed edema. Il contenuto intestinale è immobilizzato, si instaura un ileo di reazione (paralisi dell'intestino), è l'occlusione. I sintomi che il paziente avverte sono spesso piuttosto importanti: dolore, stitichezza, nausea, vomito.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nei nostri FORUM tematici o Un medico ti risponde !

Messaggi Popolari

Categoria malattie, Articolo Successivo

Panaris: i trattamenti - malattie
malattie

Panaris: i trattamenti

In caso di paronichia batterica, interveniamo chirurgicamente solo quando l'infezione è importante: non eseguiamo interventi chirurgici nella prima fase infiammatoria dove c'è solo arrossamento, calore locale, edema lieve, dolore al tatto Solo quando è presente la raccolta purulenta e il pus deve essere evacuato si eseguirà l'atto chirurgico. Pr
Per Saperne Di Più
Vulvite: i sintomi - malattie
malattie

Vulvite: i sintomi

Due sintomi sono possibili in caso di vulvite: Prurito locale, chiamato anche prurito. Si graffia: la vulva è rossa. Questo è il caso più comune. Ustioni locali O entrambi. In generale, le donne che sono state vittime di una vulvite per la prima volta, ricordano bene le manifestazioni e, in caso di recidiva, ai primi segni, sapranno di cosa si tratta! L
Per Saperne Di Più
Ansia: le cause - malattie
malattie

Ansia: le cause

Le cause dell'ansia sono diverse da persona a persona. Se i fattori che scatenano l'ansia sono ambientali, esistono suscettibilità genetiche e psicologiche individuali. Alcuni tratti della personalità o storie di vita possono essere coinvolti nell'inizio dell'ansia. Non è raro trovare una storia di conflitto familiare, ansia intrafamiliare o trauma emotivo, nella storia della persona ansiosa. L
Per Saperne Di Più
Foruncolo: i sintomi - malattie
malattie

Foruncolo: i sintomi

I sintomi clinici di ebollizione sono vari. In viso, le bolle possono apparire su brufoli dell'acne manipolati involontariamente, o sui capelli della barba - dando una follicolite della barba. Non confondere l'ebollizione con i brufoli dell'acne stessi (che sono dovuti ad un altro batterio)
Per Saperne Di Più