<
malattie

Frattura della clavicola: i trattamenti

Nella maggior parte dei casi di una frattura della clavicola, questa opzione è scelta: la spalla è immobilizzata - l'imbracatura del braccio o l'uso di anelli di bloccaggio.

Il consolidamento varia in base all'età dei pazienti: circa tre settimane nel bambino; da quattro a sei settimane negli adulti. In caso di frattura in diversi frammenti, il consolidamento sarà più lungo e potrebbe portare alla formazione di una protuberanza più o meno visibile sotto la pelle (malunion).

La chirurgia è raccomandata quando la clavicola è fratturata alle estremità o quando è accompagnata da lesioni nelle vicinanze (nervi, vasi, tendini). L'osso è consolidato dall'installazione di una piastra avvitata. Il vantaggio è che si trova rapidamente una buona mobilità della spalla. Lo svantaggio: anche ben fatto, l'operazione chirurgica lascia una cicatrice.

Questo intervento talvolta richiede anche un secondo intervento per rimuovere la piastra. Anche se rimane un atto di seconda intenzione (eccetto le fratture molto spostate), la chirurgia può essere proposta nelle persone la cui attività lo richiede: sportivi o persone che hanno bisogno di trovare rapidamente la loro mobilità.

Ci possono essere sequele dopo la frattura della clavicola e dei suoi trattamenti. In caso di trattamento non chirurgico, le sequele più frequenti sono callo vizioso, vale a dire un consolidamento dell'osso in una posizione errata. Non sono molto fastidiosi, ma a volte sono anche antiestetici, formando una protuberanza sotto la pelle.

L'operazione chirurgica, nel frattempo, può favorire l'insorgere della non unione: è una mancanza di consolidamento osseo che può richiedere un nuovo intervento (meno del 5% delle fratture operate).

Dopo questi trattamenti, potrebbe essere necessaria la rieducazione. Non è essenziale dopo una frattura della clavicola poiché la spalla trattiene parte della sua mobilità.

Ma questa mobilità può essere ostacolata, sconvolta e richiedere massaggi e stretching per trovare una buona gamma di movimento.

Allo stesso modo, dopo un'operazione chirurgica, devi pensare a massaggiare la cicatrice ogni giorno, per evitare aderenze che provocano dolore, formicolio e disagio alla mobilità.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nei nostri FORUM o un medico ti risponde!

Per vedere anche:

> Stretching prima dello sport (VIDEO)
> Stretching prima dello sport (VIDEO)
> Sci: 8 esercizi per preparare la pista!

Messaggi Popolari

Categoria malattie, Articolo Successivo

Cancro esofageo - malattie
malattie

Cancro esofageo

Il cancro esofageo è uno dei cancri digestivi. Questo è un cancro relativamente raro. Se ci fosse un messaggio da ricordare, sarebbe questo: se ti capita di provare imbarazzo a deglutire, quello che i medici chiamano disfagia, dovresti andare subito dal medico. Prima viene rilevato il cancro esofageo, maggiori sono le possibilità di guarigione. E
Per Saperne Di Più
Erotomania: i sintomi - malattie
malattie

Erotomania: i sintomi

I sintomi dell'erotomania si manifestano in modi diversi. Molto spesso, sono collegati a una serie di interpretazioni più o meno deliranti delle azioni di una persona. Le allucinazioni olfattive (odori) e le allucinazioni tattili possono aumentare l'illusione di essere amati. Se questa certezza appassionata è completamente illusoria, le argomentazioni avanzate conservano più spesso una certa logica. I
Per Saperne Di Più
Unghia incarnata: fonti e note - malattie
malattie

Unghia incarnata: fonti e note

Autore: Hélène Hodac. Consulente esperto: Dr. Catherine Oliveres-Ghouti, dermatologa. fonti: - Blatière V et al. Unghie incarnate In: Enciclopedia medico-chirurgica. Podologia. Parigi: Elsevier Masson; 2001. - Baran, R. et al. Unghie: definizione e trattamento chirurgico. Dermatol Surg, 2001.
Per Saperne Di Più
Rosacea: igiene del viso - malattie
malattie

Rosacea: igiene del viso

Una buona igiene della pelle fa parte del trattamento perché la pelle è molto spesso ipersensibile. La pulizia della pelle deve essere effettuata con prodotti molto morbidi (latte, lozione per pelli sensibili o reattive). L'uso molto efficace di syndets (saponi senza sapone) deve rimanere puntuale perché l'acqua è aggressiva per l'epidermide. L&
Per Saperne Di Più