Febbre: temperatura corporea (troppo alta)

Parliamo davvero di febbre quando la temperatura corporea è superiore a 38, 5 ° C. Nei bambini e nei bambini piccoli, il "limite" è leggermente inferiore: una temperatura superiore a 38 ° C è già considerata febbre.

La febbre è spesso un sintomo di malattie infettive, come l'influenza o il raffreddore. Ma altre, a volte malattie non infettive possono essere la causa.

Come prendere la temperatura?

Oggi, la temperatura viene solitamente misurata con un termometro digitale ed elettronico.

La temperatura può quindi essere presa in diversi modi: nel retto (rettale), sotto l'ascella (ascellare), nell'orecchio (auricolare) o sotto la lingua (orale), la temperatura rettale è la più accurata.

Distinguiamo diverse forme di febbre, ad esempio:

  • Febbre che dura diversi giorni o settimane, con variazioni di temperatura fino a 1 ° C (febbre continua).
  • Febbre con forti variazioni di temperatura giornaliere: la temperatura sale e scende periodicamente, può raggiungere anche un livello normale, o anche molto bassa a volte (febbre intermittente).
  • Febbre di lunga durata che aumenta lentamente, interrotta da intervalli senza febbre (febbre indulante).
  • La febbre che si manifesta per brevi periodi, interrotta da giorni senza febbre, ad esempio in caso di malaria (febbre ricorrente).
La febbre non è una malattia in sé, ma un sintomo, una difesa del corpo ... La febbre aiuta a combattere batteri e virus. Poiché l'aumento della temperatura corporea accelera i processi metabolici e quindi impedisce la proliferazione degli agenti patogeni.

È il centro di termoregolazione nel cervello che controlla la regolazione del calore del corpo umano. Questo centro si trova a livello dell'ipotalamo, in profondità nel cervello. Quando si ha la febbre, è perché il centro di termoregolazione "mette il cursore" su una temperatura corporea più alta: i neuroni in questo centro, vengono quindi stimolati direttamente, la temperatura corporea aumenta.

La febbre può anche essere causata da pirogeni endogeni (prodotti dall'organismo) o esogeni (non prodotti dall'organismo). Pertanto, alcuni batteri possono produrre pirogeni (pirogeni esogeni), inducendo un aumento della temperatura superiore a 38 ° C.

Spesso le sostanze pirogene esogene portano alla produzione di pirogeni endogeni. La febbre può quindi aiutare ad accelerare il processo di difesa naturale del corpo.

Influenza o raffreddore?

Cosa si nasconde dietro i tuoi sintomi? Avresti un'influenza ... o un raffreddore? Per scoprirlo, fai il nostro test!

Altri sintomi

Oltre all'aumento della temperatura, la febbre può essere associata ad altri sintomi, come ad esempio:

  • un impulso accelerato,
  • accesso al sudore,
  • brividi,
  • respiro accelerato,
  • occhi luminosi,
  • una sensazione di sete,
  • una mancanza di appetito ...

La febbre può anche essere accompagnata da:

  • vertigini,
  • disturbi della percezione,
  • stati di confusione.

Una febbre molto alta può anche portare a:

  • disturbi della coscienza,
  • disturbi sensoriali (delirio),
  • convulsioni ...

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nel nostro FORUM Salute generale o Un medico ti risponde !

Per leggere anche:

> 6 consigli per prevenire raffreddori, influenza ...
> Dolore e febbre: paracetamolo, aspirina o ibuprofene?
> Baby febbre
> Febbre durante le mestruazioni: rimuovere il tampone (o la tazza)!
> Febbre Q: cause, sintomi e trattamenti

disfagia Articolo Precedente

disfagia

Enuresi: trattamenti Articolo Precedente

Enuresi: trattamenti

Messaggi Popolari