malattie

Dislessia: i trattamenti

L'obiettivo principale del trattamento è limitare l'insuccesso scolastico. Anche se i benefici sono osservati a lungo termine, la prognosi è abbastanza buona nel complesso.

Il miglioramento è indiscutibile quando la dislessia è moderata e supportata in tenera età. Quanto prima lo screening per la dislessia, tanto più efficaci sono i trattamenti. Questi devono essere istituiti da esperti, nel quadro del lavoro di squadra tra l'insegnante, l'infermiera o il medico scolastico, la famiglia ... Una volta stabilita la diagnosi grazie alla valutazione della logopedia - a volte associato a una valutazione neuropsicologica - i trattamenti possono essere messi in atto.

I trattamenti sono multidisciplinari e richiedono l'intervento di diversi esperti: logopedista, psicologo, medico, insegnante ... Senza dimenticare la famiglia!

I trattamenti sono costituiti da tre pilastri: riabilitazione linguistica, psicoterapia di supporto, educazione speciale (orario flessibile, sostegno alla vita scolastica, corsi di supporto, ecc.) E infine la gestione dei disturbi correlati. Per non parlare della cooperazione dei genitori, essenziale per l'attuazione di questi follow-up, e il mantenimento della motivazione del bambino.

Quest'ultimo deve essere sostenuto e rassicurato il più possibile, al fine di evitare un'alterazione della sua autostima. Proprio come le difficoltà psicologiche ad esso associate, come AD / HD o ansia, devono essere considerate. La dislessia è un disturbo piuttosto complesso, il bambino deve essere supportato nella sua interezza, tenendo conto delle sue capacità, così come della sua prestazione.

Vuoi reagire, dare la tua testimonianza o fare una domanda? Appuntamento nei nostri FORUM Bambino, Psicologia, Neurologia o Un medico ti risponde!

Per leggere anche:

Quando è necessaria la logopedia ...
Iperattività del bambino: non è solo il Ritalin!
Dislessia: un'app per aiutare
Mio figlio è stressato

Messaggi Popolari

Categoria malattie, Articolo Successivo

Rabbia: fonti e note - malattie
malattie

Rabbia: fonti e note

Rabbia. Scheda informativa dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) n. 99: www.who.int (data: settembre 2014) Suerbaum, S., Hahn, H., Burchard, G.-D., Kaufmann, S., Schulz, T., (ed.): Medizinische Mikrobiologie und Infektiologie. Springer, Berlino 2012
Per Saperne Di Più
Alesarsi: quando la noia al lavoro ti fa star male - malattie
malattie

Alesarsi: quando la noia al lavoro ti fa star male

Essere pagato per non fare nulla può far sognare molte persone. Ma essere annoiato al lavoro non è senza conseguenze personali. Ansia, stanchezza, depressione, bassa autostima: il boro può distruggere una persona. Mentre il burn-out, un burnout legato al lavoro o troppa pressione, è da tempo riconosciuto come una vera malattia professionale, il boro, una sindrome del burnout attraverso la noia, rimane un tabù. . A
Per Saperne Di Più
Morbo di Crohn: anti-TNF - malattie
malattie

Morbo di Crohn: anti-TNF

Negli ultimi anni sono apparsi nuovi farmaci, anti-TNF (bioterapia). Se, prima di loro, lo scopo principale dei trattamenti era di ridurre o eliminare i sintomi clinici della malattia, l'anti-TNF poteva intervenire direttamente sulle lesioni e modificare la storia naturale della malattia, e quindi consentire obiettivi più ambiziosi.
Per Saperne Di Più
Colera: i trattamenti - malattie
malattie

Colera: i trattamenti

L'unico trattamento è il trattamento sintomatico con una massiccia reidratazione. Per compensare la perdita di acqua, a volte è necessario prescrivere diversi litri di acqua salata al giorno. Oralmente se le condizioni del paziente lo consentono, o mediante infusioni a condizione che la via orale non sia possibile.
Per Saperne Di Più