dal dottore

Colonscopia: preparazione per colonscopia

Anche se la colonscopia viene eseguita molto raramente in anestesia generale, la consultazione con un anestesista è obbligatoria prima dell'esame, poiché i prodotti anestetici saranno consegnati al paziente (senza perdita di coscienza) all'inizio della colonscopia.

Per vedere l'interno del colon, sarà necessario che sia vuoto. Inoltre, 3 giorni prima dell'esame, al paziente viene chiesto di non mangiare alimenti contenenti residui (frutta, verdura, fibre ...). Poi il giorno prima, la sera e la mattina molto prima dell'esame, il paziente dovrà bere una soluzione ipertonica per svuotare il colon. Un momento piuttosto spiacevole ... ma indispensabile.

La persona deve bere in totale tra 3 e 4 litri di questa soluzione (a seconda delle sue dimensioni). Il paziente deve andare al digiuno in ospedale o in clinica dove viene eseguita la colonscopia.

Come è l'esame?


L'esame viene eseguito su base ambulatoriale. Il paziente entra in ospedale la mattina, per uscire poche ore dopo. Non sarà in grado di guidare da solo (a causa di prodotti per l'anestesia).

Il paziente di solito ha un'anestesia generale molto leggera e il gastroenterologo introduce un fibroscopio nel retto per montarlo sul colon. Questa fotocamera è dotata di una mini-videocamera e di una luce che consente al medico di vedere l'interno del colon. Durante la procedura, il medico guarda uno schermo che proietta le immagini dalla camera a fibre ottiche.

Quindi, può visualizzare eventuali anomalie presenti all'interno del colon e avere una buona idea della diagnosi. Ma, in caso di infortunio, per essere certi della diagnosi, il medico deve prelevare un campione (biopsia) e inviarlo a un laboratorio di analisi.

In caso di polipo, ad esempio, il medico può rimuoverlo (a seconda delle sue dimensioni, della sua posizione).

Quindi, una colonscopia può essere eseguita a scopo diagnostico, ma anche terapeutica (rimuovendo i polipi che possono degenerare in cancro).

Messaggi Popolari

Categoria dal dottore, Articolo Successivo

Igiene intima: cosa fare e cosa non fare - dal dottore
dal dottore

Igiene intima: cosa fare e cosa non fare

Intervista alla Dott.ssa Anne de Kervasdoué, ginecologa. Per il bagno intimo, quali sono i buoni consigli? Dott.ssa Anne de Kervasdoué: una buona igiene personale è prima di tutto semplice azione. Dovresti sapere che la vagina è in qualche modo "autopulente". Non è necessario andare troppo per attaccare in bagno. Ed
Per Saperne Di Più
Igiene intima: tutti i buoni consigli - dal dottore
dal dottore

Igiene intima: tutti i buoni consigli

L'igiene intima rimane un argomento molto personale e difficile da affrontare. Eppure, è essenziale parlarne: infatti, le infezioni da lievito vaginale sono la prima ragione per la consultazione in ginecologia, praticamente tutte le donne sono interessate almeno una volta nella vita. In considerazione di ciò, è quindi comprensibile che l'igiene intima sollevi molte domande. S
Per Saperne Di Più
Ultrasuoni ed ecoponti - dal dottore
dal dottore

Ultrasuoni ed ecoponti

L'ultrasuono è usato in medicina per visualizzare parti del corpo umano, per studiare i tessuti degli organi, per cercare anomalie strutturali. Come funziona un ultrasuono? Gli ultrasuoni usano onde ad alta frequenza che vengono chiamate ultrasuoni. Vengono utilizzati ad esempio per misurare la profondità degli oceani: l'onda, inviata da una sonda, attraversa l'acqua e rimbalza in basso su un piano solido, l'eco creato viene analizzato dal dispositivo e fornisce la misura desiderata.
Per Saperne Di Più