malattie

Cancro al colon: le cause

Le cause esatte che causano il cancro del colon non sono state identificate con precisione. Tuttavia, ci sono importanti fattori di rischio che aumentano le possibilità di sviluppare questo tumore.

Il cancro del colon è comune nei paesi industrializzati. È relativamente raro in Asia, Africa e Sud America. È probabile che il cibo nei paesi ricchi sia coinvolto: troppa carne, troppo grasso animale, troppo zucchero, non abbastanza verdure verdi e verdure ricche di fibre. Sovrappeso, obesità e inattività fisica svolgono anche un ruolo nell'insorgenza della malattia.

Le persone più a rischio di sviluppare il cancro del colon sono:

  • Persone oltre i cinquanta: si stima che il 94% dei tumori del colon-retto si manifesti dopo 50 anni. Da qui l'interesse delle campagne di screening nazionali. L'età media della diagnosi del cancro del colon è di 70 anni. Tuttavia, il numero di tumore del colon diagnosticato prima dei 50 anni sarebbe sempre più frequente.
  • Le persone che hanno già sofferto di un adenoma (tumore benigno), vale a dire un polipo, nell'intestino crasso di più di un centimetro, o un primo cancro del colon-retto.
  • Le persone il cui parente di primo grado (padre, madre, fratello, sorella o figlio) è stato diagnosticato un cancro intestinale prima dei 65 anni e tutte le persone con due genitori raggiunto.
  • Le persone con malattia infiammatoria cronica intestinale (malattia di Crohn e colite ulcerosa), che vivono da più di 20 anni.
  • Persone la cui famiglia soffre di poliposi adenomatosa familiare (FAP), una malattia caratterizzata da numerosi polipi nel tratto digestivo.
  • Le persone la cui famiglia ha la sindrome di Lynch o HNPCC, una rara malattia ereditaria.
  • Diversi studi hanno anche dimostrato che una carenza di vitamina D e una dieta a basso contenuto di fibre, aumenta il rischio di insorgenza di cancro al colon.

Vuoi reagire, condividere la tua esperienza o porre una domanda? Appuntamento nel nostro FORUM Cancro o Uno psichiatra ti risponde!

Leggere anche

La malattia di Crohn: cos'è esattamente?
Colite ulcerosa: l'handicap nella vita di tutti i giorni
Batteri contro malattie infiammatorie intestinali (video)

Messaggi Popolari

Categoria malattie, Articolo Successivo

La malattia di Raynaud: la diagnosi - malattie
malattie

La malattia di Raynaud: la diagnosi

La diagnosi della malattia di Raynaud è essenzialmente clinica nel contesto di una visita medica. Per stabilire una diagnosi della malattia di Raynaud, oltre ad analizzare i sintomi, il medico sarà interessato alla tua professione. Le persone che usano dispositivi vibranti (martello pneumatico, motosega) possono sviluppare un fenomeno Raynaud o l'occlusione delle arterie delle mani.
Per Saperne Di Più
Emorroidi: i sintomi - malattie
malattie

Emorroidi: i sintomi

La malattia emorroidaria può essere più o meno avanzata: dalla semplice dilatazione asintomatica al prolasso esternalizzato delle emorroidi interne e alla comparsa di trombosi dolorose. La crisi emorroidaria a volte non ha segni clinici, c'è solo un allargamento dell'ano o del prurito semplice. P
Per Saperne Di Più
Frattura del naso: trattamenti - malattie
malattie

Frattura del naso: trattamenti

Nella maggior parte dei casi, non hai il naso rotto. Il trattamento consiste nel carezzare il naso per fermare l'emorragia e dare al paziente antibiotici, ancora una volta, prevenire il rischio di infezione. Un'operazione chirurgica è necessaria se la frattura del naso è accompagnata da uno spostamento laterale del naso (naso che si trova sul lato) a seguito di uno shock frontale, quando la massa nasale è fortemente schiacciata; infine, quando c'è polifagmentazione (diverse ossa rotte). Il
Per Saperne Di Più
Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD) - malattie
malattie

Disturbo ossessivo-compulsivo (OCD)

Disturbo ossessivo compulsivo o DOC è caratterizzato dal verificarsi di ossessioni e compulsioni. Nell'ossessione, il pensiero è assediato da idee assurde e cerca di difendersi con azioni: compulsioni e rituali. Storicamente, fu Freud che, dal 1895 al 1926, sviluppò una clinica e una teoria del disturbo ossessivo-compulsivo (OCD), che chiamò nevrosi ossessiva. Ne
Per Saperne Di Più