ADREXAN 40 mg

Farmaco generico di Avlocardyl
Classe terapeutica: cardiologia e angiologia
principi attivi: propranololo
laboratorio: EG Labo

tavoletta
Scatola da 50
Tutte le forme

indicazione

- Ipertensione.
- Profilassi degli attacchi di angina da stress.
- Trattamento a lungo termine dopo infarto miocardico.
- Riduzione o prevenzione dei disturbi del ritmo simpatico-dipendente: tachicardie sinusali o giunzionali, tachicardie di fibrillazioni e flutter atriali, talune tachicardie di origine ventricolare.
- Manifestazioni cardiovascolari di ipertiroidismo e intolleranza alla terapia sostitutiva per ipotiroidismo.
Segni funzionali di cardiomiopatia ostruttiva.
- Trattamento di fondo di emicrania e dolore facciale.
- Tremori particolarmente importanti.

Dosaggio ADREXAN Ge 40 mg confezione da 50 compresse

- Ipertensione, profilassi degli attacchi di angina da sforzo, cardiomiopatia ostruttiva:
4 compresse al giorno in 2 dosi (160 mg) in media.
Il trattamento può essere iniziato con 2 compresse.
- Trattamento a lungo termine dopo infarto miocardico:
. Trattamento iniziale : deve essere istituito tra il 5 e il 21 ° giorno dopo l'episodio acuto di infarto; 1 compressa da 40 mg 4 volte al giorno per 2 o 3 giorni.
. Trattamento di mantenimento : 4 compresse al giorno in 2 dosi (160 mg al giorno).
- Disturbi ritmici e ipertiroidismo: da 1 a 2 compresse al giorno in più dosi.
- Emicrania, dolore facciale, tremore: da 1 a 3 compresse al giorno.

Contro indicazioni

CONTRA-INDICARE:
- Ipersensibilità al propranololo.
- Asma e broncopneumopatie ostruttive croniche.
- Insufficienza cardiaca non controllata dal trattamento.
- Shock cardiogeno.
- Blocchi atrioventricolari del 2 ° e del 3 ° grado non accoppiati.
- Angor of Prinzmetal.
- Malattia del seno (incluso blocco seno-atriale).
- Bradicardia (<45-50 battiti al minuto).
- Fenomeno di Raynaud e disturbi arteriosi periferici.
- Feocromocitoma non trattato.
- Ipotensione.
- Antecedente di reazione anafilattica.
- Associazione con floctafenine, sultopride (vedi interazioni).
- Nel contesto della prevenzione primaria e secondaria delle emorragie digestive nei pazienti cirrotici: insufficienza epatica avanzata con iperbilirubinemia, ascite massiva, encefalopatia epatica.
NON RACCOMANDATO:
- Questo farmaco non è generalmente raccomandato quando combinato con amiodarone (vedi interazioni).
- Allattamento: i beta-bloccanti sono escreti nel latte. Il rischio di sviluppare ipoglicemia e bradicardia non è stato valutato; pertanto, e come misura precauzionale, dovrebbe essere evitato nelle donne che allattano al seno.

Effetti indesiderati di ADREXAN

clinicamente:
I più ricordati :
- astenia,
- raffreddamento delle estremità,
- bradicardia, grave se presente,
- disturbi digestivi (gastralgia, nausea, vomito, diarrea),
- impotenza,
- insonnia, incubi.
Molto meno spesso :
- rallentamento della conduzione atrioventricolare o intensificazione di un blocco atrioventricolare esistente,
- insufficienza cardiaca,
- caduta di pressione sanguigna,
- broncospasmo,
- ipoglicemia,
- La sindrome di Raynaud,
- aggravamento di un claudicatio intermittente esistente,
- varie manifestazioni cutanee tra cui eruzioni psoriasiformi.
biologicamente:
In rari casi, è stato possibile osservare la comparsa di anticorpi antinucleari che solo eccezionalmente accompagnano manifestazioni cliniche come la sindrome del lupus e la cessione alla fine del trattamento.

Messaggi Popolari