ADREVIEW [123I] 74 MBq / mL

Classe terapeutica dei farmaci generici: prodotti diagnostici o altri prodotti terapeutici
principi attivi: [I123] sotto forma di Iobenguane, m-iodobenzilguanidina solfato
laboratorio: GE Healthcare Sas

Soluzione iniettabile
Contenitore schermato di 1 flacone multidose da 10 ml
Tutte le forme

indicazione

Questo medicinale è solo per uso diagnostico.

1.1 Oncologia:

· Scintigrafia di tumori di tessuti derivati ​​dalla cresta neurale embrionale, come feocromocitomi, paragangliomi, chododectomes e neurogangliomi.

· Rilevamento, classificazione e monitoraggio post-trattamento dei neuroblastomi.

· Valutazione dell'assorbimento di iobenguane quando si considera l'uso terapeutico.

· Ricerca di iperplasia midollare surrenale.

1.2 Cardiologia: apprezzamento dell'innervazione simpatica del miocardio.

adulti:

Adreview è un radiofarmaco indicato per la valutazione dell'innervazione miocardica simpatica come indicatore prognostico del rischio di progressione di insufficienza cardiaca sintomatica, eventi aritmici potenzialmente fatali o morte cardiaca nei pazienti Insufficienza cardiaca di classe II o III NYHA e disfunzione ventricolare sinistra.

Dosaggio ADREVIEW [123I] 74 MBq / mL Soluzione iniettabile Contenitore schermato da 1 flacone multidose da 10 ml

1 Oncologia

Nei bambini, la soluzione iniettabile di iobenguane ( 123 I) sarà somministrata in oncologia alle seguenti dosi:

Peso in kg

Attività in MBq

Peso in kg

Attività in MBq

3

80

36

224

4

80

38

236

6

80

40

248

8

80

42

256

10

80

44

268

12

88

46

280

14

100

48

288

16

112

50

300

18

124

52

316

20

136

54

316

22

148

56

336

24

160

58

336

26

172

60

356

28

180

62

356

30

192

64

376

32

204

66

376

34

216

68

392

Scheda di dosaggio EANM Versione 1.5.2008.

· Negli adulti, l'attività raccomandata in oncologia è compresa tra 200 e 400 MBq, ma possono essere necessarie attività più elevate.

· Negli anziani: non è necessario adattare l'attività somministrata.

Metodo di somministrazione

Iobenguane ( 123 I) viene somministrato per iniezione endovenosa lenta per diversi minuti.

Istruzioni per la preparazione di radiofarmaci vedi sezione Istruzioni per l'uso, la manipolazione e lo smaltimento

Acquisizione di immagini:

I tumori del tessuto si spostano dalla cresta neurale

Scansioni di tutto il corpo e / o immagini di organi bersaglio e / o immagini tomoscintigrafiche (SPECT) possono essere eseguite 24 ore dopo la somministrazione di iobenguane ( 123 I) ed eventualmente ripetute a 48 ore.

2 Cardiologia

dosaggio

· Negli adulti, l'attività raccomandata per l'innervazione miocardica simpatica è compresa tra 200 e 400 MBq.

· Negli anziani: non è necessario adattare l'attività somministrata.

Metodo di somministrazione

Vedere la sezione Dosaggio e metodo di somministrazione .1

Acquisizione di immagini:

A stimolazione dell'innervazione simpatica del miocardio.

La scintigrafia planare del torace può essere eseguita a 15 + 5 minuti e a 4 + 0, 5 ore dopo la somministrazione di Adreview seguita, se necessario, con immagini SPECT.

Contro indicazioni

· Ipersensibilità nota al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti

· A causa della presenza di alcool benzilico, questo farmaco è controindicato nei neonati prematuri e nei neonati a termine.

Effetti collaterali Adreview [123i]

In rari casi, si possono osservare effetti collaterali: arrossamento, orticaria, nausea, brividi e altri sintomi di reazioni anafilattiche.

Se somministrato troppo rapidamente, possono verificarsi palpitazioni, dispnea, vampate di calore, ipertensione transitoria e crampi addominali durante o subito dopo l'iniezione. Questi sintomi scompaiono entro un'ora dal loro aspetto.

Per ciascun paziente, l'esposizione alle radiazioni ionizzanti deve essere giustificata dal beneficio atteso. L'attività somministrata deve corrispondere alla dose minima possibile di radiazioni compatibile con l'ottenimento delle informazioni diagnostiche previste. L'esposizione alle radiazioni ionizzanti può teoricamente indurre cancro e / o anomalie ereditarie. Nel caso di un esame diagnostico di medicina nucleare, si ritiene generalmente che la frequenza di questi rischi sia trascurabile a causa delle basse dosi di radiazioni erogate.

La maggior parte degli esami di medicina nucleare erogano una dose efficace inferiore a 20 mSv. Dosi più elevate possono essere giustificate in alcuni casi.

Messaggi Popolari