ACTISKENAN 10 mg

Farmaco generico della classe terapeutica: analgesici
principi attivi: solfato di morfina
laboratorio: Bristol Myers Squibb

capsula
Scatola di 14
Tutte le forme

indicazione

Dolore intenso o resistente con analgesici di livello inferiore, in particolare il dolore di origine cancerogena.

Dosaggio ACTISKENAN 10 mg Capsule Box di 14

Riservato per adulti e bambini oltre i 6 mesi.
La forma orale a rilascio immediato di morfina è adattata principalmente a particolari situazioni cliniche: emergenze, rapido equilibrio di dolore molto intenso, dolore instabile, disordini metabolici (insufficienza renale), persone anziane.
METODO DI SOMMINISTRAZIONE:
Via orale
- Con i moduli a rilascio immediato, la dose giornaliera totale viene solitamente suddivisa in sei dosi, il più delle volte equivalenti, a 4 ore di distanza.
Questa forma può anche essere utilizzata come dose aggiuntiva in caso di accesso al dolore non controllato da un trattamento di base (ad esempio, rilascio prolungato di morfina).
- Nei bambini sotto i 6 anni la capsula DEVE essere aperta; sussiste il rischio di errori di direzione in caso di somministrazione dell'intera capsula. Nei pazienti che non riescono a deglutire l'intera capsula, può essere somministrato direttamente in una dieta semi-solida (purea, marmellata, yogurt) o in provette gastriche o gastrostomiche con diametro maggiore di 16 FG e / o diametro superiore interno o uguale a 2, 5 mm con estremità distale aperta o con pori laterali. È sufficiente risciacquare la sonda con 10-50 ml di acqua.
DOSAGGIO INIZIALE:
- Negli adulti: come regola generale, la dose giornaliera iniziale è di 10 mg ogni 4 ore o 60 mg al giorno.
- Nei pazienti fragili:
Tutte le dosi sono dimezzate e / o distanziate tra 6 e 8 ore (paziente molto anziano, insufficienza renale o epatica, ipoprotidemia ...).
- Nel soggetto anziano:
Il trattamento deve essere iniziato con una dose da 2, 5 a 5 mg di morfina orale LI da 4 a 6 volte al giorno, cioè da 10 a 30 mg al giorno. - Nei bambini:
La dose giornaliera iniziale è 1 mg / kg e al giorno.
- In pazienti con insufficienza renale:
Le dosi saranno anche ridotte rispetto a un soggetto con normale funzionalità renale e regolato in base alle esigenze del paziente. - Se il trattamento con la morfina deve essere continuato per diverse settimane, la prescrizione di morfina LI può essere trasmessa dalla morfina LP alla dose giornaliera equivalente. ADATTAMENTO AL DOSAGGIO:
- Frequenza della valutazione:
Non soffermarsi su un dosaggio che è inefficace. Il paziente deve quindi essere visto da vicino, principalmente all'inizio del trattamento, purché il dolore non sia controllato. - Aggiustamento del dosaggio:
. Se il dolore non è controllato, la dose unitaria di morfina LI può essere aumentata dal 25 al 50% a seconda dell'età e dello stato fisiologico del paziente.
. In caso di insufficienza di rilievo, il paziente può ricorrere a un'interpolazione ogni ora senza superare 4 prese successive in quattro ore.
. Se il paziente utilizza regolarmente più di 3 o 4 intervalli distribuiti durante il giorno, queste dosi aggiuntive devono essere incorporate nella dose giornaliera totale di morfina LI senza attendere più di 48 ore.
. In questi processi di aggiustamento della dose, non vi è alcun limite superiore finché gli effetti avversi possono essere controllati. - Corrispondenza tra le diverse vie di somministrazione:
Il dosaggio varia in base alla via di somministrazione.
Rispetto alla via orale, la dose endovenosa deve essere divisa per tre e la dose sottocutanea deve essere divisa per due.
Passare da una via di somministrazione a un'altra deve tenere conto di questi fattori al fine di mantenere la stessa quantità di morfina biodisponibile.
Nel caso di ritrasmissione da una forma di rilascio immediato orale a una forma di rilascio prolungato orale, la dose giornaliera sarà invariata.

Contro indicazioni

CONTRA-INDICARE:
- Questo medicinale non dovrebbe mai essere usato nei seguenti casi:
. nota ipersensibilità alla morfina oa qualsiasi altro componente del prodotto,
. bambino sotto i 6 mesi,
. insufficienza respiratoria scompensata (in assenza di ventilazione artificiale),
. grave insufficienza epatocellulare (con encefalopatia),
. acuta: trauma cranico e ipertensione endocranica in assenza di ventilazione controllata,
. epilessia incontrollata,
. allattamento al seno, in caso di iniziazione o continuazione dopo la nascita di un trattamento a lungo termine,
. combinazioni con buprenorfina, nalbufina e pentazocina (vedere la sezione sulle interazioni).
- A causa della presenza di saccarosio, questo medicinale non deve essere usato in caso di intolleranza al fruttosio, sindrome da malassorbimento del glucosio-galattosio o carenza di sucrasi-isomaltasi.
NON RACCOMANDATO:
Associazioni sconsigliate : naltrexone; bevande alcoliche e droghe contenenti alcol.

Effetti collaterali di Actiskenan

- Tra gli effetti indesiderati più comuni durante l'inizio del trattamento, sono riportati sonnolenza, confusione, nausea e vomito. Possono essere transitori, ma la loro persistenza deve cercare una causa associata o overdose. La stitichezza, d'altra parte, non lascia il posto a ulteriori trattamenti. Tutti questi effetti sono prevedibili e devono essere affrontati.
- Possiamo anche notare:
. sedazione, eccitazione, incubi, soprattutto negli anziani, con possibili allucinazioni;
. depressione respiratoria con apnea massima;
. aumento della pressione intracranica, che deve essere trattata per prima;
. disuria e ritenzione urinaria in caso di adenoma prostatico o di stenosi uretrale;
. prurito e arrossamento;
. Sindrome da astinenza con interruzione improvvisa di questo farmaco: sbadiglio, ansia, irritabilità, insonnia, brividi, midriasi, vampate di calore, sudorazione, lacrimazione, rinorrea, nausea, vomito, anoressia, crampi addominali, diarrea, mialgia, artralgia.
- In pazienti anziani o in pazienti con insufficienza renale, rischio eccezionale di sviluppare mioclono in caso di sovradosaggio o aumento troppo rapido delle dosi.

Messaggi Popolari