ACIDO URSODESOSSILICO TEVA 250 mg

Droga generica da Delursan
Classe terapeutica: gastro-entero-epatologia
principi attivi: acido ursodesossicolico
laboratorio: Teva Sante

Compressa rivestita con film
Scatola di 20
Tutte le forme

indicazione

· Cirrosi biliare primitiva.

Colangite sclerosante primitiva.

· Colestasi cronica della fibrosi cistica.

· Colestasi intraepatica familiare progressiva di tipo III.

· Colestasi sintomatica.

· Litiasi biliari della sindrome LPAC (colelitiasi associata a fosfolipidi bassi).

· Litiasi biliare colestolico sintomatica: in una vescicola sintomatica non sclero-atrofica, a parete normale, in pazienti con una controindicazione alla chirurgia.

Dosaggio URSODESOXYCHOLIC ACID TEVA 250 mg Compressa rivestita con film Scatola da 20

Via orale

colestasi

Cirrosi biliare primitiva: da 13 a 15 mg / kg / die.

Colangite sclerosante primitiva: da 15 a 20 mg / kg / die. Non superare il dosaggio di 20 mg / kg / giorno.

Fibrosi cistica cronica: da 20 a 30 mg / kg / die

Colestasi genetica: da 20 a 30 mg / kg / die

Il dosaggio iniziale è compreso tra 13 e 15 mg / kg / giorno. Si raccomanda di aumentare gradualmente la dose gradualmente per ottenere il dosaggio ottimale dopo 4 e 8 settimane di trattamento senza superare la dose di 20 mg / kg / die nella colangite sclerosante primaria (vedere la sezione Avvertenze e precauzioni d'impiego). avvertenze speciali).

Colestasi sintomatica: da 10 a 20 mg / kg / die in trattamento continuo fino al parto. La dose massima giornaliera di colestasi in gravidanza non deve superare i 1000 mg / die, suddivisi in 2 dosi mattina e sera, ai pasti.

Litiasi biliare colesterolo

Il dosaggio raccomandato è compreso tra 5 e 10 mg / kg / die, a seconda del peso del paziente.

Si consiglia di prendere il trattamento sia uno la sera o due al mattino e alla sera.

Contro indicazioni

Questo medicinale non deve essere usato nei seguenti casi:

· Colecistite acuta,

· Colangite,

· Ostruzione dei dotti biliari,

· Vescicola sclero-atrofica,

Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Effetti avversi Acido ursodesossicolico Teva

Gli effetti collaterali sono elencati di seguito, elencati per classe di organi e frequenza. Le frequenze sono definite come molto comuni (≥1 / 10), frequenti (≥1 / 100 a <1/10), non comuni (≥1 / 1.000 a <1/100), rare (1/10, 000) <1/1, 000) e molto raro (<1/10, 000) compresi i casi isolati. Effetti molto frequenti e frequenti sono stati generalmente descritti negli studi clinici. Gli effetti collaterali rari e molto rari derivano solitamente da segnalazioni spontanee post-marketing.

Disturbi gastrointestinali

Frequenti: feci pastose, diarrea

Molto raro: dolore dell'ipocondrio destro durante il trattamento della cirrosi biliare primitiva

Patologie epatobiliari

Molto raro: calcoli biliari calcificati, scompenso della cirrosi epatica, parzialmente regressivo alla fine del trattamento, in caso di inizio del trattamento della cirrosi biliare in stadio avanzato

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Molto raro: orticaria

"Segnalazione di sospette reazioni avverse

La segnalazione di sospette reazioni avverse dopo l'autorizzazione del farmaco è importante. Permette il monitoraggio continuo del rapporto rischio / beneficio del farmaco. Gli operatori sanitari dichiarano qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione: Agenzia nazionale per la sicurezza dei medicinali e prodotti sanitari (Ansm) e la rete dei centri regionali di farmacovigilanza Sito web: www.ansm.sante.fr ».

Messaggi Popolari