nutrizione

20 consigli per una dieta a basso contenuto di potassio

Il potassio (K, dal latino: kalium) è un sale minerale che svolge un ruolo vitale nel corretto funzionamento del corpo. Quest'ultimo assorbe il potassio fornito dalla dieta e il filtro dai reni, per poi rimuoverne un po 'attraverso l'urina.

Se è importante evitare la mancanza di potassio, livelli di potassio nel sangue troppo alti possono essere pericolosi e avere gravi conseguenze (ad esempio gravi problemi cardiaci). In alcune malattie, specialmente nei casi di insufficienza renale cronica, è persino fondamentale limitare l'assunzione di potassio.

Poiché il potassio è presente in molti alimenti di origine animale (carne, pesce, latticini) e verdura (frutta e verdura), non è sempre facile limitare l'assunzione di potassio. Ma i seguenti suggerimenti ti aiuteranno!

Ecco alcuni consigli per una dieta a basso contenuto di potassio:

1) Riduci il consumo di carne
2) Scommetti di più su BUONA verdura
3) Evitare cotture veloci ...
4) Attenzione alla preparazione di verdure
5) Scegli i frutti che ti fanno sentire bene!
6) Limitare frutta e verdura secca
7) Attenzione per pesce e frutti di mare!
8) Scegli i prodotti lattiero-caseari giusti!
9) Attenzione ai cereali integrali!
10) Riduci l'assunzione di sale
11) Evitare cibi ricchi di additivi
12) Limitare i cibi dolci
13) Fai attenzione con alcune erbe e spezie
14) Bevi acqua!
15) Riduci il consumo di caffè
16) Attenzione ai succhi di frutta!
17) Limita il consumo di alcol
18) Evita integratori alimentari ...
19) Rispettare le quantità raccomandate
20) Attenti alle droghe!

1) Riduci il consumo di carne

Manzo, maiale, montone e pollame (pollo e tacchino) sono ricchi di potassio, così come il fegato di vitello, pancetta affumicata e pancetta, carni alla griglia e carne secca.

Nota: non consumare succhi di carne arrosto!

2) Scommetti di più sulle verdure - ma quelle buone!

Alcune verdure sono molto ricche, altre sono piuttosto povere di potassio, le differenze sono enormi. Si tratta quindi di scegliere i buoni alleati anti-potassio tra le verdure:

Sì a: peperoni verdi, lattuga, insalata di iceberg, cetriolo, indivia, porro, cipolla, germogli mung

No a: spinaci, funghi, avocado, finocchio, pomodori (e prodotti a base di pomodoro).

  • Per scoprire: Vedi l'elenco completo di verdure, frutta ... e il loro contenuto di potassio

3) Evitare una cottura veloce con vapore, spezzatino o frittura

Rinunciare a patatine e patatine fritte. e preferiscono metodi di cottura che eliminano gran parte del potassio (vedere il punto 4 di seguito).

4) Garantire una corretta preparazione delle verdure

Il potassio è solubile in acqua. Quindi, dissalare e bollire due volte certi alimenti può ridurre il loro contenuto di potassio di quasi la metà. Ciò è particolarmente vero per le verdure di radice come patate e patate dolci.

  • Dissalazione : mettere le verdure 3-5 ore in una grande quantità d'acqua, quindi eliminare l'acqua.
  • Cottura : mettere le verdure in abbondante acqua, far bollire la prima volta, gettare l'acqua. Metti di nuovo l'acqua e fai bollire le verdure una seconda volta, getta l'acqua.

Importante: non consumare l'acqua per preparare zuppe e brodi vegetali!

Suggerimento: non dimenticare di sbucciare le verdure prima di cuocere! Tagliate a dadini o sottili, le verdure "perdono" più facilmente il loro potassio nell'acqua.

Si noti inoltre che la cottura può aumentare i livelli di potassio di alcune verdure come broccoli, funghi, cavoletti di Bruxelles e spinaci!

5) Scegli i frutti che ti fanno sentire bene!

Scommetti su mirtilli, mirtilli, mela, pera, anguria, amarene.
Evita banane, ribes e ribes nero, kiwi, albicocca, melone, cachi, lamponi, rabarbaro, mela cotogna.

  • Da leggere: l'elenco completo di verdure, frutta ... e il loro contenuto di potassio

Nota: preferisci frutti cotti (composta) con frutta cruda, contengono meno potassio. Se mangi frutta cruda, non dimenticarti di sbucciarli!

6) Limita il consumo di legumi, frutta secca e frutti oleosi!

Ad esempio: fagioli bianchi, lenticchie, mandorle, castagne, noci, nocciole, datteri, fichi, albicocche o prugne secche.
Queste sono vere bombe di potassio!

7) Attenzione ai pesci, ai molluschi e ai frutti di mare!

Alcuni pesci e frutti di mare sono ricchi di potassio, tra cui: sgombro, sardine in scatola, tonno, scorfano, triglia, aringa e ostriche!

8) Scegli i prodotti lattiero-caseari giusti!

Attenzione al latte di mucca, in particolare evitare il latte in polvere e ½ skim!
Se possibile, sostituire i prodotti a base di latte vaccino con prodotti alternativi, come il latte di riso (che contiene meno proteine ​​del latte di soia o delle mandorle).

Se non vuoi privarti del latte vaccino, ecco i nostri consigli per ridurre il consumo di potassio:

  • sostituire lo yogurt con la ricotta che è inferiore in potassio.
  • sostituire il latte con una miscela di acqua e crema (proporzione 2 a 1)!

Proteine ​​animali o vegetali?

Possiamo fare a meno della carne, ma non importa come. Focus medico con argomenti pesanti: 10 cose scientifiche sulle proteine ​​animali (e vegetali)!

9) Attenzione ai cereali integrali!

Preferisco il riso, la pasta e il pane bianco, piuttosto che la loro versione completa (che contiene molto potassio di potassio).

10) Riduci l'assunzione di sale

Il sale da tavola contiene solitamente potassio. Evitare anche sale dietetico e sostituti del sale che sono generalmente ricchi di potassio.

Leggi: Scopri altri 10 consigli per una dieta a basso contenuto di potassio!

Vuoi reagire, condividere la tua esperienza o porre una domanda? Ci vediamo nella nostra FORUM Nutrition o un medico ti risponde!

Per leggere anche:

> Potassio: consigli pratici
> Troppo potassio? Ecco 20 consigli per una dieta a basso contenuto di potassio i
> Raccomandazioni dell'OMS su sale e potassio negli alimenti
> Tutto sugli oligoelementi

Messaggi Popolari

Categoria nutrizione, Articolo Successivo

La dieta equilibrata: frutta, latticini e carne - nutrizione
nutrizione

La dieta equilibrata: frutta, latticini e carne

I frutti Un'altra necessità per un buon equilibrio alimentare: frutta fresca ricca di vitamine e fruttosio, uno zucchero complesso assimilato dall'organismo. I frutti sono preferiti ad una velocità di due o tre al giorno. Per quanto riguarda i frutti oleosi (nocciole, mandorle, noci ...), sono ricchi di sali minerali e vitamina E.
Per Saperne Di Più
Probiotici: dove li troviamo? - nutrizione
nutrizione

Probiotici: dove li troviamo?

Dove troviamo i probiotici? Molti probiotici si trovano nei prodotti a base di latte fermentato. Nello yogurt, i batteri Lactophilus bulgaricus e Streptoccocus thermophilus agiscono nel processo di fermentazione. I probiotici si trovano nelle verdure di lattofermentato (crauti) e nel salame. I probiotici si trovano anche negli integratori alimentari (capsule)
Per Saperne Di Più
Nutrizione: vitamine - nutrizione
nutrizione

Nutrizione: vitamine

vitamine Le vitamine sono essenziali per il corretto funzionamento del corpo: sono coinvolte in molte reazioni chimiche, entrano nella costituzione di alcune membrane cellulari, aiutano nella produzione di energia, aiutano a combattere le infezioni, sono coinvolte nella produzione di neuromediatori, consentire la riparazione dei tessuti danneggiati, prevenire l'invecchiamento precoce e la comparsa di alcune malattie
Per Saperne Di Più